ROTOLINI FARCITI

dscn1842

Ed eccoci arrivati finalmente a Pasqua! Una Pasqua in pochino diversa da quella dello scorso anno e di due anni fa, nonostante si debbano prendere ancora precauzioni per l’andamento del Covid19: due anni fa non si poteva uscire di casa, l’anno scorso si doveva uscire ma c’era il coprifuoco e quindi rientrare non oltre una certa ora…senza contare che per uscire ci voleva l’autocertificazione! Fortunatamente ora si può circolare con più libertà, anche se il pericolo di epidemia non è ancora del tutto finito.

Per questa Pasqua ho pensato di preparare un antipasto diverso dal solito: si tratta di una cosa semplice ma di gran bel effetto e soprattutto buonissima. Questi rotolini sono fatti con il pane per tramezzini.

Gli ingredienti per preparare queste leccornie sono i seguenti:

  • 2 Fette pane per tramezzini
  • Gr. 200 Formaggio fresco spalmabile
  • Q.B. Origano (Oppure salvia liofilizzata)
  • Q.B. Sale
  • 4 Fette prosciutto crudo (O altro tipo di affettato)

Ho cominciato prendendo una fetta di pane ed appiattendola con un mattarello

Dopo averla appiattita ho spalmato sopra gr. 100 di formaggio spalmabile, ho salato ed ho aggiunto l’origano.

Ho aggiunto 2 fette di prosciutto crudo.

Ho arrotolato prendendo il pane dal lato stretto, ho chiuso il rotolo ed ho tagliato formando dei rotolini di circa 2 cm di larghezza.

Quando li ho tagliati tutti li ho messi su di un piatto. E’ un antipasto freddo, ma con l’avvento della stagione calda è indicato anche come secondo piatto. Alla fine il risultato è stato il seguente:

Belli d vedere vero, ma soprattutto buoni da mangiare! Vi consiglio di prepararli per servirli anche con gli aperitivi, vedrete che farete un figurone!

STRUDEL SALATO CON FARCITURA DI PATATE, PANCETTA E FORMAGGIO FILANTE

Chi di voi non ha un rotolo di pasta sfoglia per le emergenze? Io non lo compro sempre, ma diciamo che, se si tratta di occasioni particolari mi piace averlo; anche perché può capitare di aver la dispensa quasi vuota e non sapere cosa cucinare. A questo punto entra in gioco la pasta sfoglia, ed io avendone una confezione di sfoglia rettangolare ho pensato bene di preparare questa golosità!

Avevo anche la pancetta a cubetti in frigorifero e l’ho utilizzata per il ripieno di questa pasta. Le patate le ho pelate e poi le ho affettate con una mandolina (Un arnese che utilizzo per affettare le zucchine), in modo tale che sono risultate fini come una particola.

Gli ingredienti per preparare questo antipasto/secondo piatto sono i seguenti:

  • 1 Rotolo pasta sfoglia Buitoni rettangolare
  • Gr. 50 Pancetta dolce
  • 3 Patate piccole (Oppure 2 patate di media grandezza)
  • Gr. 50 Formaggio filante (Se non l’avete potete usare Emmenthal)
  • Q.B. Olio oliva per soffriggere
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Origano (O un altro tipo di erba, purché sia tritata)

Ho cominciato prendendo la pancetta a cubetti e versandola in una padella con l’olio. Ho messo sul fuoco per soffriggere.

Nel frattempo ho preso le patate, le ho pelate, lavate ed affettate con una mandolina.

Ho aggiunto le patate affettate nella padella ed ho continuato a rosolare. Per fare in modo che non attaccassero sul fondo ho aggiunto un pochino d’acqua. Ho salato ed ho aggiunto l’origano; dopo un quarto d’ora, vedendo che tutto si era assemblato ho spento il fuoco.

Nel frattempo che si raffreddasse quanto summenzionato, mi sono cimentata a tagliare il formaggio a cubetti.

Ho preso il rotolo di pasta e l’ho aperto. Ho aggiunto il formaggio nella padella dove ho cotto le patate e la pancetta.

Ho mescolato tutto quanto ed ho versato la farcitura da un lato della sfoglia.

Aiutandomi con la carta da forno ho arrotolato la sfoglia, l’ho chiusa ai bordi ed alle estremità, ho spennellato con una goccia di latte ed ho spolverato con l’origano.

Ho acceso il forno a 180° e quando è stato ben caldo ho infornato; il risultato è stato questo:

Ho fotografato una fetta per dimostrarvi come è risultato il ripieno, ma vi assicuro che è stata una vera delizia per il palato.

Vi consiglio vivamente di cucinarlo qualora non sapete cosa preparare da mangiare; questa ricetta va bene sia come secondo piatto sia come antipasto. D’altra parte lo sappiamo tutti: la pasta sfoglia è versatile, la si può preparare per mille occasioni!

PIZZA DI PANCARRE’

Avete voglia di pizza, ma non avete tempo per impastare? Niente di più semplice di preparare questa specialità! L’ho scovata per caso su internet, sul blog di Benedetta Rossi; naturalmente io ho variato qualcosa, ma del resto non c’è stato nulla di più semplice per preparare questa leccornia per il palato.

Per preparare questo piatto mi sono procurata i seguenti ingredienti:

  • 6 Fette di pancarrè
  • Q.B. Olio exravergine di oliva
  • Q.B. Concentrato di pomodoro
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Formaggio a fette tipo emmenthal o mozzarella
  • 2 Fette di Speck
  • Q.B. Origano

Ho cominciato disponendo le fette do pancarrè in una casseruola rettangolare con lacarte da forno in mezzo ed ai bordi.

Poi ho proseguito prendendo il concentrato di pomodoro e mettendolo in una ciotolina; l’ho salato e poi l’ho spalmato sopra il pancarrè, ed ho aggiunto l’olio d’oliva.

Ho preso il formaggio (Naturalmente un formaggio semiduro), l’ho tagliato a dadini e l’ho messo sopra il concentrato di pomodoro. Ho fatto la stessa cosa con lo speck, e dopo aver aggiunto tutti gli ingredienti ho spolverizzato con l’origano.

Ho acceso il forno e, quando è risultato ben caldo ho infornato a 180° per 10 minuti. Il risultato? Eccolo:

Che dire? Semplice ma goduriosa, ottima se non avete tempo per preparare l’impasto con il lievito di birra. Ed inoltre è anche veloce da fare, oltre che buona!

INVOLTINI DI PLATESSA ALLE ERBE

Questa settimana al supermercato ho acquistato di nuovo i filetti di platessa. Questo tipo di pesce è molto simile alla sogliola, ed è per questo che si presta bene per preparare diversi piatti! Dopo aver preparato i filetti di sogliola alla mugnaia in uno dei miei ultimi articoli, oggi ho pensato bene di prepararli in un altro modo; cercando su internet ho trovato questi involtini che sono semplici di preparare, ma sono anche la fine del mondo come gusto!

Gli ingredienti per cucinare tale piatto sono i seguenti:

  • N. 5 Filetti di platessa
  • Gr. 100 pane grattugiato
  • 1 Spicchio d’aglio
  • 1 Cucchiaio di prezzemolo
  • Q.B. Sale
  • 1 Uovo
  • Q.B. Olio di oliva per la farcitura e per rosolarli.

Ho cominciato prendendo i filetti di sogliola e dividendoli a metà per il lato lungo.

Poi, in un piatto, ho messo il pane grattugiato, l’aglio tritato, il prezzemolo ed il sale. Con un cucchiaio li o mescolati.

Con un cucchiaino ho cominciato a farcire le platessa: ho preso un pò di panatura preparata e l’ho messa su un filetto, versandoci dell’olio d’oliva. Ho proceduto arrotolando e chiudendo con della spago da cucina sottile.

Ho preso un piatto, ho versato l’uovo e l’ho sbattuto con una forchetta.

Ho passato gli involtini prima nell’uovo, poi nel preparato per panatura, fino a quando tutti gli ingredienti non si sono consumati (Uovo e panatura).

Ho preso una padella, ho messo l’olio d’oliva, ho aggiunto gli involtini ed ho messo tutto sul fuoco, facendoli cuocere per 5 minuti e, con l’aiuto di due posate di legno (Un cucchiaio ed una forchetta), a meta cottura li ho girati per farli cuocere in tutti i punti.

Il risultato finale è stato il seguente:

Li abbiamo mangiati versandoci sopra qualche goccia di limone, e vi posso dire che sono veramente divini! Come contorno ho preparato dell’insalata, che è perfetta con il pesce, ma va benissimo anche la maionese.

Vi do un consiglio: provate a preparare questi involtini per i vostri pargoli: ne saranno felicissimi!

CANNOLI DI PANCARRE’ CON PROSCIUTTO ED EMMENTHAL

La settimana scorsa ho acquistato al supermercato una confezione di pancarrè senza crosta. Con questo oggi ho pensato di preparare un piattino che, a mio avviso va bene sia come antipasto sia come secondo piatto (Infatti questa sera li abbiamo mangiati come secondo piatto).

Questa ricetta l’ho trovata su di un sito che seguo a volte, ma a parte questo mi sono anche accorta che, con questo tipo di pane si possono fare tantissimi piatti: è versatile e si presta per parecchie ricette.

Per fare questi cannoli gli ingredienti sono i seguenti:

  • 4 Fette di pancarrè senza crosta
  • 2 Fette di prosciutto cotto
  • 2 Fette formaggio emmenthal
  • 2 Uova
  • Q.B. Concentrato di pomodoro
  • Q.B. Pane grattugiato
  • Sale

Per prima cosa ho preso le fette di pancarrè e con un mattarello le ho appiattite.

Poi ho proceduto mettendo il concentrato di pomodoro; l’ho messo in diagonale.

In seguito ho messo, per ciascun quadrato di pancarrè, mezza fetta di prosciutto ed 1/4 di fetta di emmenthal (Io acquisto quello confezionato a fette quadrate sottili). Poi ho proseguito prendendo gli angoli ai lati ed avvolgendo il pancarrè in modo tale da formare il cannolo. Ho chiuso infilando uno stuzzicadenti dal lato lungo.

Ho preso un piatto e vi ho versato le uova rompendole. Ho aggiunto il sale alle uova e le ho sbattute con una forchetta.

In un altro piatto ho aggiunto il pane grattugiato. Ho passato i cannoli prima nelle uova, poi nel pane grattugiato e poi ancora nelle uova. Ho preso una teglia rettangolare, vi ho messo la carta da forno ed ho infilato i cannoli.

Ho acceso il forno, e quando è risultato caldo ho infornato a 180° per 15 minuti. Il risultato alla fine è stato il seguente:

Non vi potete immaginare il gusto di questi piccoli peccati di gola: croccanti fuori e morbidi dentro. In poco tempo ho soddisfatto il palato di tutta la famiglia! Vi consiglio di cucinarli soprattutto se avete amici o parenti a cena e volete servire loro un piatto differente dal solito: vedrete che farete un figurone!

CROSTATA DI RICOTTA E NOCI

Da un pò di tempo avevo delle noci in casa, ma non volevo preparare la solita “Torta di noci, uvetta e cioccolato”; d’accordo è buonissima, ma a volte, per chi .per me si diletta in cucina, si sente la necessità di cambiare. Così, guardando su internet, ho trovato una ricetta veramente golosa, ed anche semplice da preparare. Per quanto riguarda la pasta base ho proceduto come per preparare una semplice crostata, per la farcitura ho usato le noci tritate, la ricotta, lo zucchero, un uovo, ed i fiocchi di soia come decorazione.

Vediamo quali ingredienti ho usato per la preparazione di questo dolce:

Per la base:

  • Gr. 250 Farina Bianca
  • 1/2 Cucchiaino di bicarbonato
  • 2 Uova
  • Gr. 100 Zucchero
  • Gr. 50 Margarina a temperatura ambiente

Per la farcitura:

  • 1 Uovo
  • Gr. 250 ricotta
  • Gr. 100 Noci tritate
  • Gr. 100 Zucchero
  • Q.B. Fiocchi di mais per farcitura

Per prima cosa ho iniziato preparando la farcitura. Ho preso le noci ed, avendole intere, le ho tritate nel mixer.

Poi ho preso una terrina e ci ho messo la ricotta con lo zucchero. Ho mescolato con un cucchiaio di legno. Poi ho aggiunto le noci tritate sempre mescolando. ed infine l’uovo. Ho continuato a mescolare per amalgamare gli ingredienti.

A questo punto mi sono cimentata per preparare la base. Ho preso un’altra terrina e vi ho messo le uova con lo zucchero. Ho mescolato con il solito cucchiaio di legno. Ho poi aggiunto la margarina a dadini e, per far si che si frantumasse un pochino ho usato le fruste elettriche. Alle fine il composto è risultato così:

Ho proseguito aggiungendo la farina a cucchiaiate assieme al bicarbonato.

Quando ho incorporato tutta la farina, ho lavorato l’impasto con le mani. Ho preso una tortiera apribile, l’ho foderata sotto ed ai lati con carta forno e vi ho messo tale impasto che ho appiattito un pochino con il mattarello. Ovviamente l’ho anche livellato per far si che risultasse spianato in maniera uniforme.

Ho versato la farcitura, e sopra i fiocchi di mais.

Ho acceso il forno, e quando è stato caldo ho infornato a 180° per 20 minuti circa (La teglia apribile risulta più leggera, le crostate cuociono in un tempo minore). Il risultato? Eccolo:

Cosa ne dite di questo aspetto? Non vi viene l’acquolina in bocca? Ma soprattutto non sapete quanto è buona, l’abbiamo assaggiata come dessert a pranzo ed è stata veramente spettacolare! Vi consiglio di cucinarla non appena avete le noci in casa, è veramente una goduria per il palato.

FILETTI DI PLATESSA ALLA MUGNAIA

Avete voglia di mangiare il pesce ma non sapete cosa preparare? Personalmente io non mangiavo il pesce da parecchi tempo, ed a dire il vero mi mancava! A casa mia, dal momento che ai miei genitori piace il tonno in lattina, al venerdì si mangia sempre quello; però sinceramente io mi sono stufata di mangiare sempre quel secondo al venerdì, il pesce mi mancava proprio! Capisco se è estate, con la stagione calda qualche volta ci sta la lattina di tonno, ma non deve diventare la consuetudine!

Perciò, questa settimana, quando mi sono recata al supermercato, ho visto una confezione di filetti di platessa. o pensato di cucinarla in modo semplice, e quindi oggi mi sono cimentata preparandola “Alla mugnaia”. La preparazione di questa ricetta è semplice è veloce, bisogna soltanto infarinare il pesce e poi farlo rosolare per qualche minuto nel burro.

Gli ingredienti sono i seguenti:

  • 3-4 Filetti di sogliola;
  • Gr. 50 Burro;
  • Q.B. Farina bianca
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Prezzemolo fresco tritato
  • 1 Cucchiaio olio di semi
  • Q.B. Succo di 1 limone

Ho cominciato togliendo i filetti dalla confezione e mettendoli a sciacquare sotto l’acqua. Li ho messi su un tagliere.

Ho proceduto impanandoli con la farina.

Ho preso una padella, ho messo il burro e l’olio di semi, e l’ho messa sul fuoco.

Non appena si è sciolto tutto ho messo a cuocere i filetti impanati.

Li ho fatti rosolare da una parte per 1 minuto; poi, con l’aiuto di un cucchiaio e di una forchetta entrambi di legno li ho girati stando attenta a non romperli (I filetti di platessa erano particolarmente fini) ed ho salato la superficie. Ho fatto rosolare anche il lato opposto, ho aggiunto il prezzemolo poi li ho rigirati salandoli ed ho impiattato, unendo il succo di limone.

Quando li ho assaggiati a mezzogiorno sono stata veramente soddisfatta. Oltretutto, questo tipo di pesce piace molto soprattutto ai bambini; quindi, se qualche volta non sapete cosa cucinare per i vostri pargoli, prendete spunto da questo piatto semplice ma buonissimo; vedrete che saranno soddisfatti!

CROSTATA TORRONATA

Rieccomi a scrivere sul mio blog dopo la pausa per il periodo natalizio; spero che per tutti voi sia andato bene, personalmente ho sempre trovato queste feste molto belle ma un pochino destabilizzanti; in meno di un mese ci sono 4 festività, senza comprendere le domeniche, e questo alla lunga diventa un pochino stancante.

Tornando al noi ieri ho voluto preparare questa crostata in quanto avevo delle noci in casa e non sapevo cosa preparare con questa frutta secca; è vero che avrei dovuto preparare la “Torta rustica con noci uvetta e cioccolato fondente”, ma su internet ho trovato questa ricetta che è stata un vero spettacolo.

Per preparare questa torta gli ingredienti per la frolla sono i seguenti:

  • Gr. 200 Farina bianca
  • Gr. 80 Zucchero
  • Gr. 80 Margarina
  • 3 Tuorli d’uovo
  • 1/2 Cucchiaino Bicarbonato (O lievito per dolci)
  • 1 Bustina Vanillina
  • 1 Goccia di latte (Se l’impasto risulta troppo duro o si sbriciola)

Per la farcitura ho preso i seguenti ingredienti:

  • Gr. 100 Noci sgusciate e tritate
  • Gr. 100 Cioccolato fondente tritato
  • Gr. 100 Zucchero
  • Gr. 40 Mandorle (Meglio se a lamelle, servono come decorazione)

Ho cominciato preparando la base; ho preso due terrine, in una ci ho versato la farina a fontana, poi al centro ci ho versato lo zucchero, i tuorli, il bicarbonato, la vanillina e la margarina a temperatura ambiente e divisa a dadini. Nell’altra ci ho messo gli albumi.

Ho lavorato tutti gli ingredienti della prima terrina, formando alla fine un panetto. Dal momento che risultava un pochino duro ho aggiunto il latte.

Ho proceduto mettendo tale impasto in una tortiera foderata di carta da forno. Ho messo a riposare in frigorifero.

Ne frattempo ho preso la seconda terrina, ho versato sugli albumi metà dello zucchero ed ho montato a neve.

Poi ho preso le noci sgusciate, le ho messe nel mixer e le ho tritate (Non facendole diventare farina).

Ho preso il cioccolato, l’ho tagliato e tritato a piccoli pezzetti. Per far si che diventasse tutt’uno con le noci l’ho aggiunto nel mixer ed ho azionato (Attenzione, questo passaggio va fatto per pezzetti di cioccolato piccoli, ed inoltre non bisogna mixare molto).

Ho versato trito il trito nella terrina assieme all’altra metà della zucchero.

Ho mescolato con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Ho tolto la tortiera dal frigorifero e vi ho versato tale impasto. Non avendo le mandorle a lamelle ci ho messo sopra quelle intere come decorazione.

Ho acceso il forno a 180° e quando è stato caldo ho infornato per mezz’ora. Ieri sera l’abbiamo assaggiata, e vi dico subito che il gusto è divino. Inoltre guardate l’interno com’è venuto:

Non vi fa venire l’acquolina in bocca? Il connubio tra la base della crostata e la farcitura che assomiglia molto alla preparazione del torrone è veramente qualcosa di spettacolare! Vi consiglio di provare per credere!

FINOCCHI GRATINATI AL FORNO

Ieri, al supermercato, ho visto che c’erano i finocchi con un bell’aspetto. Di solito questo tipo di verdura non è molto gradita a casa mia, ma vedendo una ricetta che la blogger Benedetta ha preparato con i finocchi mi è venuta l’acquolina in bocca! Come avrete ben capito sto parlando della persona che, per me, è la mia musa ispiratrice per tante ricette in cucina, il suo blog si chiama “fattoincasadabenedetta.it”, ed è veramente ricco di ricette facili, veloci ma anche più complicate; come ho descritto nei precedenti articoli c’è molto da imparare da lei.

Per questo piatto mi sono ispirata ad una sua ricetta, portando delle varianti; io ho lessato il finocchio per 5 minuti in acqua salata bollente, lei invece l’ha gratinato a crudo. Anche per la gratinatura ho portato varianti: oltre al pane grattugiato, alle erbe tritate ed al sale io ci ho messo anche 2 cucchiai di grana grattugiato ed un filo d’olio per compattarlo.

Ma venendo al dunque gli ingredienti sono i seguenti:

  • 1 Finocchio di media grandezza
  • 4 Cucchiai di pane grattugiato
  • 2 Cucchiai di formaggio grana grattugiato
  • Q.B. di erbe aromatiche (Io ho messo la maggiorana)
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Olio extravergine di oliva

Per prima cosa ho preso il finocchio, ho tolto le parti superflue, l’ho lavato e tagliato a fettine.

Poi ho preso una pentola, vi ho messo l’acqua ed una manciata di sale grosso. L’ho messa sul fuoco e quando l’acqua bolliva ho aggiunto il finocchio tritato, facendolo lessare per 5 minuti.

Nel frattempo ho preso u piatto, ci ho messo il pane ed il formaggio grattugiati, il sale, la maggiorana. Ho mescolato con un cucchiaio ed infine ho aggiunto l’olio d’oliva, ed ho rimescolato affinché tutto si assemblasse.

Ho spento il fuoco, ho scolato il finocchio e l’ho messo su di un piatto. Poi l’ho passato nella gratinatura preparata, aiutandomi con un cucchiaio per impanarlo.

Ho preso una teglia, l’ho ricoperta con carta da forno e vi ho messo il finocchio appena preparato.

Ho acceso il forno a 180°, e quando è stato ben caldo ho infornato per mezz’ora. Il risultato è stato il seguente:

Vi giuro, che ieri sera, quando l’ho assaggiato sono rimasta soddisfatta di quello che ho preparato. Anche i miei familiari sono rimasti entusiasti per quello che avevo preparato. Potrebbe essere un buon suggerimento per far mangiare le verdure ai vostri pargoli (Naturalmente parlo del finocchio); con questa gratinatura vedrete che apprezzeranno moltissimo.

RISO DI CAVOLFIORE

Questo piatto l’ho preparato su suggerimento di una mia amica blogger; si tratta di Benedetta Rossi, la persona che io seguo molto volentieri in quanto ritengo che da lei ci sia da imparare molto, ed inoltre è una persona dal carattere solare. Lo so, nei miei articoli ho parlato molto di lei, ma credetemi, vale la pena di seguirla!

Guardando un video che lei aveva fatto ho preso spunto per preparare questa ricetta: avevo mezzo cavolfiore in frigorifero, dal momento che questo tipo di verdura piace soltanto a me ho pensato di cucinarla in modo differente dal solito. Generalmente io la preparo tagliandola a pezzetti dopo aver tolto le parti dure e cucinandola in umido, ma stavolta ho seguito il suo suggerimento; nel senso che ho tolto le parti dure, ho tagliato il cavolfiore a dadini, l’ho messo nel mixer ed ho macinato rendendolo fine. Inoltre lei aveva messo qualche ingrediente diverso dal mio: Lei aveva aggiunto la carota tritata, il sale, il pepe e la curcuma, io invece ho optato per una versione più light, aggiungendo solo la maggiorana come erba.

Ma vediamo gli ingredienti di questa ricetta, per 1 persona sono i seguenti:

  • 1/2 Cavolfiore di medie dimensioni (Oppure1cavolfiore piccolo);
  • 1/4 Cipolla rossa
  • Q.B. Olio di oliva per soffriggere
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Maggiorana macinata

Per prima cosa ho preso il cavolfiore e l’ho messo su di un tagliere.

Ho tolto le parti centrali che sono quelle dure, l’ho sminuzzato a dadini, l’ho messo nel mixer (A piccole quantità altrimenti si inceppava), e l’ho tritato tutto rendendolo fine.

Ho proseguito prendendo una pentola e versandoci l’olio d’oliva. Ho preso la cipolla, l’ho pelata e tritata, l’ho versata nella pentola. Ho messo la pentola sul fuoco per far soffriggere.

Quando la cipolla è risultata dorata ho versato il cavolfiore tritato. Ho aggiunto il sale.

Ho fatto cuocere per qualche minuto mescolando con un cucchiaio di legno ed aggiungendo un pochino d’acqua se si asciugava; ho aggiunto la maggiorana tritata.

Ho continuato a far cuocere mescolando per 2 minuti poi ho spento ed ho versato in un piatto.

L’ho assaggiato e vi giuro che è buonissimo. Ancora una volta mi sento di ringraziare Benedetta con tutto il cuore, e quindi vorrei finire con questa frase scritta a caratteri cubitali:

GRAZIE BENEDETTA