FINOCCHI GRATINATI AL FORNO

Ieri, al supermercato, ho visto che c’erano i finocchi con un bell’aspetto. Di solito questo tipo di verdura non è molto gradita a casa mia, ma vedendo una ricetta che la blogger Benedetta ha preparato con i finocchi mi è venuta l’acquolina in bocca! Come avrete ben capito sto parlando della persona che, per me, è la mia musa ispiratrice per tante ricette in cucina, il suo blog si chiama “fattoincasadabenedetta.it”, ed è veramente ricco di ricette facili, veloci ma anche più complicate; come ho descritto nei precedenti articoli c’è molto da imparare da lei.

Per questo piatto mi sono ispirata ad una sua ricetta, portando delle varianti; io ho lessato il finocchio per 5 minuti in acqua salata bollente, lei invece l’ha gratinato a crudo. Anche per la gratinatura ho portato varianti: oltre al pane grattugiato, alle erbe tritate ed al sale io ci ho messo anche 2 cucchiai di grana grattugiato ed un filo d’olio per compattarlo.

Ma venendo al dunque gli ingredienti sono i seguenti:

  • 1 Finocchio di media grandezza
  • 4 Cucchiai di pane grattugiato
  • 2 Cucchiai di formaggio grana grattugiato
  • Q.B. di erbe aromatiche (Io ho messo la maggiorana)
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Olio extravergine di oliva

Per prima cosa ho preso il finocchio, ho tolto le parti superflue, l’ho lavato e tagliato a fettine.

Poi ho preso una pentola, vi ho messo l’acqua ed una manciata di sale grosso. L’ho messa sul fuoco e quando l’acqua bolliva ho aggiunto il finocchio tritato, facendolo lessare per 5 minuti.

Nel frattempo ho preso u piatto, ci ho messo il pane ed il formaggio grattugiati, il sale, la maggiorana. Ho mescolato con un cucchiaio ed infine ho aggiunto l’olio d’oliva, ed ho rimescolato affinché tutto si assemblasse.

Ho spento il fuoco, ho scolato il finocchio e l’ho messo su di un piatto. Poi l’ho passato nella gratinatura preparata, aiutandomi con un cucchiaio per impanarlo.

Ho preso una teglia, l’ho ricoperta con carta da forno e vi ho messo il finocchio appena preparato.

Ho acceso il forno a 180°, e quando è stato ben caldo ho infornato per mezz’ora. Il risultato è stato il seguente:

Vi giuro, che ieri sera, quando l’ho assaggiato sono rimasta soddisfatta di quello che ho preparato. Anche i miei familiari sono rimasti entusiasti per quello che avevo preparato. Potrebbe essere un buon suggerimento per far mangiare le verdure ai vostri pargoli (Naturalmente parlo del finocchio); con questa gratinatura vedrete che apprezzeranno moltissimo.

RISO DI CAVOLFIORE

Questo piatto l’ho preparato su suggerimento di una mia amica blogger; si tratta di Benedetta Rossi, la persona che io seguo molto volentieri in quanto ritengo che da lei ci sia da imparare molto, ed inoltre è una persona dal carattere solare. Lo so, nei miei articoli ho parlato molto di lei, ma credetemi, vale la pena di seguirla!

Guardando un video che lei aveva fatto ho preso spunto per preparare questa ricetta: avevo mezzo cavolfiore in frigorifero, dal momento che questo tipo di verdura piace soltanto a me ho pensato di cucinarla in modo differente dal solito. Generalmente io la preparo tagliandola a pezzetti dopo aver tolto le parti dure e cucinandola in umido, ma stavolta ho seguito il suo suggerimento; nel senso che ho tolto le parti dure, ho tagliato il cavolfiore a dadini, l’ho messo nel mixer ed ho macinato rendendolo fine. Inoltre lei aveva messo qualche ingrediente diverso dal mio: Lei aveva aggiunto la carota tritata, il sale, il pepe e la curcuma, io invece ho optato per una versione più light, aggiungendo solo la maggiorana come erba.

Ma vediamo gli ingredienti di questa ricetta, per 1 persona sono i seguenti:

  • 1/2 Cavolfiore di medie dimensioni (Oppure1cavolfiore piccolo);
  • 1/4 Cipolla rossa
  • Q.B. Olio di oliva per soffriggere
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Maggiorana macinata

Per prima cosa ho preso il cavolfiore e l’ho messo su di un tagliere.

Ho tolto le parti centrali che sono quelle dure, l’ho sminuzzato a dadini, l’ho messo nel mixer (A piccole quantità altrimenti si inceppava), e l’ho tritato tutto rendendolo fine.

Ho proseguito prendendo una pentola e versandoci l’olio d’oliva. Ho preso la cipolla, l’ho pelata e tritata, l’ho versata nella pentola. Ho messo la pentola sul fuoco per far soffriggere.

Quando la cipolla è risultata dorata ho versato il cavolfiore tritato. Ho aggiunto il sale.

Ho fatto cuocere per qualche minuto mescolando con un cucchiaio di legno ed aggiungendo un pochino d’acqua se si asciugava; ho aggiunto la maggiorana tritata.

Ho continuato a far cuocere mescolando per 2 minuti poi ho spento ed ho versato in un piatto.

L’ho assaggiato e vi giuro che è buonissimo. Ancora una volta mi sento di ringraziare Benedetta con tutto il cuore, e quindi vorrei finire con questa frase scritta a caratteri cubitali:

GRAZIE BENEDETTA

SBRICIOLATA CON FARINA DI MANDORLE E CIOCCOLATO FONDENTE

Avete in casa le mandorle ed il cioccolato e non sapete come consumarli? Niente paura, questa torta è ottima per assemblare tali ingredienti, ed oltretutto è di una bontà divina! Per prepararla non ci vogliono molti strumenti, basta che ci siano gli ingredienti adatti, un pochino di voglia di impastare con le mani, ed il gioco è fatto.

Per preparare questa torta ci vogliono i seguenti ingredienti:

  • Gr. 300 Farina bianca
  • Gr. 100 Farina di mandorle
  • Gr. 100 Cioccolato fondente
  • Gr. 150 Zucchero
  • Gr. 120 Margarina
  • 1 Bustina lievito per dolci
  • 2 Uova
  • Qualche goccia di Amaretto di Saronno o liquore alle mandorle

Ho cominciato prendendo le mandorle ed il cioccolato, le prime le ho messe nel mixer riducendole in farina, il secondo l’ho tritato con la mezzaluna.

In una terrina ho messo tutti gli ingredienti secchi è cioè le due farine, lo zucchero, il lievito; con un cucchiaio di legno ho mescolato tutto affinché si assemblassero.

Ho proceduto aggiungendo la margarina a temperatura ambiente e divisa a dadini. Ho lavorato prima con il cucchiaio di legno, poi con le mani, per ottenere un composto sbricioloso, ho aggiunto il cioccolato pe per ultimo l’Amaretto; è importante aggiungere qualche goccia di questo liquore per far si che la torta non si frantumi.

Ho preso una tortiera di alluminio, l’ho imburrata, vi ho messo la carta da forno e vi ho versato il composto preparato.

Ho acceso il forno, e quando è stato caldo ho infornato a 180° per 35 minuti. Il risultato? Eccolo:

E guardate com’è all’interno:

Che ne dite? Non vi sembra una delizia? Vi giuro che non ho impiegato molto tempo per prepararla, ed inoltre, ve la consiglio per un thè con amici. Vedrete che li stupirete con questo dolce!

ZUCCHINE STICK

Oggi ho deciso di cucinare le zucchine in modo diverso dal solito: generalmente le cucino in umido a rondelle, ma dal momento che ho deciso di cambiare ho spulciato sul blog di Benedetta ed ho trovato questa ricettina semplice ma fantastica. Basta avere un pochino di creatività in cucina ed ogni piatto diventa una prelibatezza, anche se cucinato con pochi ingredienti ed in modo semplice!

Per preparare le zucchine in questo modo gli ingredienti sono i seguenti:

  • 2 Zucchine di media grandezza
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Pane grattugiato
  • Q.B. Rosmarino tritato (O comunque, se avete il composto di erbe per arrosti va bene)
  • Q.B. Olio di oliva per irrorare

Ho cominciato prendendo le zucchine, lavandole, togliendo loro la parte superiore ed inferiore. A questo punto le ho tagliate a metà dal lato della lunghezza, poi le ho tagliate ancora a metà; per capirci, una zucchina l’ho tagliata in 4 parti dal lato lungo, formando dei bastoncini. Dal momento che tali bastoncini risultavano un pochino lunghi, li ho tagliati a metà dal lato rotondo. Ho proceduto salando tali bastoncini.

Ho preso un piatto, vi ho messo 2 cucchiai di pangrattato, ed ho passato nel pangrattato ogni bastoncino, per inumidirli bene.

Ho preso una teglia rettangolare di alluminio, ho messo all’interno la carta da forno, ed ho versato i bastoncini.

Ho preso il rosmarino, l’ho lavato e tritato, e poi l’ho versato sopra le zucchine. Poi ho preso il formaggio grattugiato e ne ho messo 1 cucchiaio e 1/2 sempre sopra le zucchine. Per fare in modo che non si essiccassero durante la cottura, le ho irrorate con l’olio d’oliva.

Questa sera, prima di cena, le ho infornate a 180° per 40 minuti. Il risultato è stato il seguente:

Vi dico subito che questo contorno, oltre che semplice è di una bontà divina! Anzi, vi dò un consiglio: se i vostri pargoli a volte fanno i capricci perché non vogliono mangiare le verdure, provate a preparare questo contorno: sono sicura che, anche i bambini cambieranno idea, e vi pregheranno di prepararle di nuovo!

POLPETTONE AL FORNO CON PATATE

Questa settimana al supermercato ho acquistato la carne di bovino e la salsiccia, ma al posto di fare le polpette, guardando su internet, ho deciso di fare il polpettone al forno. Nella ricetta di Benedetta, come farcitura c’erano gli spinaci e le uova sode, ma io ho optato per qualcosa di più semplice, farcendolo con della mortadella.

Devo dire che, per essere la prima volta che cucino questo piatto mi sono trovata soddisfatta! E’ venuto buonissimo pur se semplice, anche ai miei familiari è piaciuto tanto. Ho scoperto che si può mangiare sia caldo che freddo, ma io sinceramente lo preferisco caldo. Inoltre è anche versatile come ricetta: si può farcire con salumi, verdure, uova, ecc.

Gli ingredienti per questa ricetta sono i seguenti:

  • Gr. 400 Carne trita di suino
  • Gr. 200 Salsiccia di suino
  • 1 Spicchio d’aglio
  • 1 Cucchiaio prezzemolo
  • 1 Uovo
  • Q.B Sale
  • 3 Cucchiai di pane grattugiato
  • 4 Fette di mortadella
  • 3 Patate di media dimensione
  • Q.B. Olio d’oliva
  • Q.B. Rosmarino tritato

Ho iniziato mettendo in una terrina la carne trita e la salsiccia, aggiungendo il prezzemolo, l’aglio tritato ed il sale.

Ho mescolato tutto con una forchetta, poi ho proceduto aggiungendo l’uovo ed il pane grattugiato.

Ho continuato a mescolare affinché tutto si assemblasse, poi ho preso due fogli rettangolari di carta da forno. Ho versato il composto su uno di questi, dandole la forma di un rettangolo (Anche se gli angoli non sono ben definiti non importa.

L’altro foglio l’ho appoggiato sopra, e con il mattarello ho “Steso” l’impasto. L’ho farcito con la mortadella.

Per arrotolare l’impasto mi sono aiutata con la carta da forno; una volta arrotolato l’ho chiuso ai bordi. Ho preso una padella rettangolare è l’ho unta d’olio d’oliva alla base. Per mettervi il rotolo ho tagliato la carta da forno per il lato lungo, in modo tale da non dover staccare il polpettone.

Ho preso le patate, le ho sbucciate, lavate e tagliate a piccoli pezzetti. le ho versate nel tegame insieme al polpettone. Ho salato, ho preso il rosmarino, l’ho lavato, tritato, ed aggiunto nel tegame insieme al resto degli ingredienti. Prima di infornare ho dato una passata di olio d’oliva sul polpettone con un pennnello da cucina.

Ho acceso il forno, e quando è stato ben caldo (La temperatura deve essere di 180-200°), ho infornato per 45 minuti. Il risultato a pranzo è stato il seguente:

Quando l’ho assaggiato per me è stato un tripudio di sapori con un bel connubio! Naturalmente ci sono delle varianti (Ad esempio in una ricetta vista sul web c’era la pancetta coppata sopra il polpettone, per fare in modo che la parte superiore non si seccasse; io invece per evitare questo inghippo l’ho spennellato con l’olio), ma ho preferito optare per la semplicità, e mi sono trovata soddisfatta. Il contorno di patate al forno poi è stato veramente l’ideale, è stato un vero successo!

TROFIE CON PANGRATTATO E ZUCCHINE

Questo è un primo piatto semplice ma di una bontà senza limiti. L’idea l’ho avuta dal blog di Benedetta Rossi, la mia musa ispiratrice di nuovi piatti, che possono essere semplici oppure complicati, ma sempre buonissimi. Vi ho parlato di lei in qualche articolo, il suo blog si chiama https://www.fattoincasadabenedetta.it/

Naturalmente io, per aver cucinato questo piatto solo per me, ho variato un pochino le dosi ed inoltre, al posto della cipolla ho messo l’aglio tritato. Inoltre lei aveva fatto tostare il pangrattato poi lo aveva messo da parte; io, dopo averlo fatto tostare ho aggiunto le zucchine tagliate a rondelle nella stessa pentola, allungando tale condimento con un pochino d’acqua di cottura della pasta.

Ma venendo al dunque gli ingredienti sono i seguenti:

Gr. 70/80 Trofie

2 Cucchiai pane grattugiato

Q.B. Olio oliva per soffriggere

3/4 Zucchina piccola

1 Spicchio d’aglio

1/2 Cucchiaio prezzemolo tritato

Q.B. Sale

Ho cominciato prendendo una padella, ci ho messo l’olio d’oliva ed il pangrattato, ho messo tutto sul fuoco.

Quando è risultato “Tostato”, ho aggiunto la zucchina tagliata a rondelle con l’aglio tritato.

Ho lasciato cuocere per 5 minuti allungando con l’acqua di cottura della pasta che, nel frattempo ho messo a bollire. Ho aggiunto il sale ed il prezzemolo tritato.

Quando le trofie sono risultate cotte le ho condite mettendole nella stessa padella dove ho preparato l’impasto zucchine/pangrattato. Le ho mescolate ed infine le ho messe in un piatto. Il risultato è stato il seguente:

Vi giuro che, appena ho assaggiato le trofie condite in questo modo sono stata soddisfatto per la bontà. Vi consiglio di provare a condirle così, è un modo differente per non mangiarle sempre al pesto; comunque, con il condimento da me fatto, ci potete mantecare anche un altro tipo di pasta (Spaghetti, fusilli); perché non è detto che è adatto solo per le trofie. Provate a farlo e poi giudicherete voi! Ad ogni modo mi sento ancora di dire un grosso

Grazie Benedetta

per essere la mia musa ispiratrice su tanti piatti!

SPEZZATINO DI POLLO AI FUNGHI PORCINI

Questa settimana ho acquistato al supermercato una confezione di mini filetti di pollo. A dir la verita pensavo di preparare l’insalata di pollo, ma visto che il tempo non è molto caldo (Ci sono stati 3 giorni di pioggia e di umido), ho optato per questa ricetta che ho visto su internet. Io ho fatto delle varianti, perchè nella ricetta originale la carne veniva sfumata con il vino bianco, le spezie erano il timo ed il pepe; al posto del vino bianco ho preparato il brodo classico, ed ho sfumato il pollo con questo ed un pochino di acqua dei funghi porcini, ed ho sostituito il timo con il basilico.

Per preparare questa ricetta gli ingredienti sono i seguenti:

  • 1/2 Tazza di funghi porcini;
  • 1 Cipolla rossa
  • Gr. 350 Mini filetti di pollo;
  • 1 Pentolino d’acqua + 1 dado Star classico (Per il brodo)
  • Q.B. Farina per impanare
  • 2 Cucchiai panna da cucina
  • 4-5 Foglie di basilico
  • Q.B. Olio extravergine di oliva per soffriggere
  • 2 Cucchiai panna da cucina

Ho cominciato mettendo i funghi in una tazza ed aggiungendo acqua tiepida (L’ho fatto questo pomeriggio, affinchè si ammorbidissero).

Ho preso i filetti di pollo e li ho disposti su di un tagliere.

Li ho tagliati a pezzettini e poi li ho passati nella farina.

Li ho lasciati un pà nella farina affinchè questa venisse assorbita da loro. Nel frattempo ho tritato la cipolla e l’ho versata in una casseruola con l’olio d’oliva. Ho messo sul fuoco per soffriggere la cipolla.

Quando è risultata cotta ho aggiunto i filetti di pollo tagliati ed impanati. Li ho fatti rosolare da tutte le parti, rivoltandoli con un cucchiaio di legno.

Ho proseguito aggiungendo il brodo ed un pochino di acqua dei funghi. In seguito ho aggiunto il basilico a pezzetti.

Ho fatto cuocere per 15 minuti affinchè tutto si rapprendesse, ho aggiunto la panna da cucina.

Ho fatto cuocere altri 5 minuti poi ho spento. Il risultato è stato questo quando ho impiattato:

Solo a vederlo fa venire l’acquolina in bocca! Io naturalmente, per non fare tardi, l’avevo fatto cuocere ieri sera, ma vi giuro che è buonissimo! Inoltre, proprio perchè si tratta di una carne bianca, non necessita di tempi lunghi di cottura, come un normale spezzatino di manzo; in pratica in mezz’ora o poco più è cotto.

Se avete dei bimbi piccoli provate a cucinare questo piatto per loro: ne saranno veramente contenti!

UOVA ALLA CONTADINA IN PADELLA

Oggi ho voluto preparare questo secondo piatto in quanto, avendo 1 solo uovo nella dispensa, non sapevo come cucinarlo. Guardando su internet ho trovato questa ricettina, che mi ha subito attratta e colpita. Naturalmente ho preparato questo piatto per me soltanto, in quanto non bastava per 3 persone; i miei genitori hanno mangiato spaghetti al sugo di pomodoro e basilico.

Ma venendo al dunque, gli ingredienti per questa leccornia sono i seguenti:

  • 1 Uovo;
  • Q.B. Salsa di pomodoro;
  • 1 Spicchio piccolo di aglio;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Q.B. Basilico tritato;
  • 1/2 dado.

Per prima cosa ho pelato l’aglio, l’ho tritato e l’ho messo in un pentolino con l’olio. Ho portato tutto sul fuoco a soffriggere.

Quando l’aglio è apparso imbiondito, ho aggiunto la salsa di pomodoro con il dado.

Quando il condimento è apparso denso (Prova con cucchiaio di legno), ho aggiunto l’uovo aprendolo e facendolo rimanere intero. Ho anche aggiunto il basilico tritato sopra l’uovo.

Ho fatto cuocere per 5 minuti, affinchè l’albume non è risultato cotto, mentre il tuorlo deve rimanere morbido. Passato questo tempo ho impiattato.

Vi giuro che con questo secondo piatto è molto facile fare la “Scarpetta” con il pane: si può intingere il pane nel sugo oppure nel tuorlo d’uovo. Le uova alla contadina generalmente vengono cotte al forno, ma accendere il forno in questo periodo è veramente sconsigliato; quindi il mio consiglio, se avete uova che vi avanzano, cucinatele in questo modo. E’ una ricetta veloce ma squisita.

INSALATA DI PATATE E FAGIOLINI

Oggi vi presento un contorno che, in questa stagione estiva, a casa mia è molto apprezzato. Ho atteso un pò prima di pubblicare questa ricettina in quanto ho avuto problemi in famiglia; mio padre non è stato molto bene e quindi ho dovuto sospendere di scrivere sul mio blog. Ora, fortunatamente è tutto passato, deve solo prendere alcune medicine e fare dei controlli.

Ma venendo al dunque, questo contorno è molto gradito nella stagione estiva. L’unico lato negativo? Bisogna lessare le verdure, e quando in estate si è ai fornelli non è sempre piacevole, proprio per il caldo. A parte questo, una volta lessate le verdure, si fa presto a prepararlo.

Gli ingredienti per 1 o 2 persone sono i seguenti:

  • 2 Patate non molto grandi
  • 1 Piatto fagiolini lavati agliati a metà
  • 1 Spicchio d’aglio
  • 1 Presa di sale grosso da mettere nell’acqua di cottura
  • Q.B. Sale

Pre prima cosa ho preso le patate, le ho pelate e lavate. Poi le ho immerse in una pentola con il sale grosso.

Ho preso i fagiolini, ho tolto loro le estremità, li ho tagliati a metà. Li ho messi in un piatto.

Ho passato i fagiolini sott’acqua e poi li ho messi nella pentola con le patate ed il sale grosso. Ho messo tale pentola sul fuoco.

Mentre tali verdure bollivano ho tritato l’aglio.

Quando le verdure sono risoltate cotte al dente (Circa 40 minuti), le ho scolate, poi ho preso le patate e le ho tagliate in tanti pezzettini.

Ho preso una ciotola di terracotta, vi ho versato le verdure cotte, ho aggiunto l’aglio tritato ed il sale.

Questa sera, a cena, ci metto un filo d’olio per condire, poi mescolo tutto con una forchetta. Se ci sarà bisogno ci metterò un pochino di sale, ma già quando ho assaggiato questo pomeriggio aveva già un gusto divino! E’ un’insalata estiva, anche se ci vuole del tempo per far bollire le verdure, ma il gusto è unico.

PEPERONI GIALLI AL BURRO

Articolo ribloggato in quanto mancante di fotografie.

cucinare con fantasia ed allegria

Rieccomi a proporvi un piatto già pubblicato ma mancante di fotografie. Questo contorno è veramente semplice ma di una bontà divina. Gli ingredienti sono i seguenti:

  • 2 Peperoni gialli
  • Q.B. Burro
  • 1 Dado
  • 1 Cucchiaino di prezzemolo o di salvia
  • Q.B. Acqua
  • 1 Sottiletta

Ho preso i peperoni, ho tolto i semini, li ho lavati e tagliati a striscioline sottili.

DSCN1724
Ho preso una pentola, vi ho messo una noce di burro, e ho messo sul fuoco per farlo sciogliere.

DSCN1723 Ho preso i peperoni e li ho versati nella pentola per rosolarli.

DSCN1726

Ho aggiunto il dado, ed un mestolo di acqua.  Ho fatto cuocere per 20 minuti, e 2 minuti prima di togliere dal fuoco ho aggiunto 1 cucchiaino di salvia e la sottiletta.

Quando la cottura è terminata il risultato è stato questo:

Vi giuro che come contorno sono ottimi, inoltre essendo una verdura di stagione è veramente una goduria…

View original post 10 altre parole