PUNTA DI BIANCOSTATO ARROSTO CON PATATE, ROSMARINO E SALVIA

DSCN1474.JPG

Questa settimana ho acquistato al supermercato un bel pezzo di punta di biancostato, perchè generalmente a casa mia si mangia lessata, ed inoltre era scontata come prezzo. Da un pò di tempo però i miei familiari non desiderano più che la cucini bollita, allora, pensa che ti ripensa, ho avuto la brillante idea di cucinarla arrosto con le patate. Bene, dopo aver effettuato qualche accorgimento, devo dire che a mezzogiorno, quando l’abbiamo mangiata, siamo stati tutti quanti più che soddisfatti! La carne cotta in questo modo è risultata gustosissima.

Gli ingredienti sono i seguenti:

2 Fette grosse di biancostato

3 Patate

3 Rametti di rosmarino

Q.B. Sale

Q.B. Olio extravergine di oliva

1 Pizzico di salvia liofilizzata (Ma se l’avete in foglie è meglio)

Per prima cosa ho tolto la carne dal frigorifero e l’ho scartata dall’involucro.

DSCN1472.JPG

Come potete vedere si tratta di due fette grosse. Per far si che la cottura risultasse a puntino le ho tagliate a metà nel senso della lunghezza, in modo tale da ottenere quattro parti. Ho messo tali parti in una casseruola con l’olio d’oliva, e le ho unte d’olio in tutte le sue parti. Poi ho preso le patate, le ho sbucciate, lavate e tagliate a dadini.

DSCN1473.JPG

Ho messo le patate nella casseruola della carne. Ho salato poi preso il rosmarino, l’ho lavato, ho tolto le foglie dai rami, l’ho tritato e l’ho messo sopra la carne e le patate.

DSCN1474

Ho acceso il forno a 180°; quando è risultato caldo ho infornato per un’ora e mezza. Il risultato di un piatto? Eccolo:

DSCN1475.JPG

Questo piatto, oltre che buonissimo, fa da secondo e da contorno, quindi è un piatto completo. Poi, con il rosmarino tritato, l’assemblaggio tra i vari sapori è migliore! Sono sicura che, se i vostri pargoli non amano molto la carne questo è un modo per fargliela mangiare in maniera sana; se l’assaggiano resteranno meravigliati per quanto è buona!

 

LE MIE LASAGNE SEMPLICI

DSCN1498

Questa settimana al supermercato ho acquistato una confezione di lasagne da 500 grammi. Questo piatto a casa mia non si fa molto spesso, ma siccome da un pò di tempo io avevo voglia di mangiarle ho pensato di acquistarle per cucinarle ma senza la classica besciamella (E’ una crema che ai miei genitori non piace molto perchè è un pò pesantina). Il condimento che ho aggiunto è costituito dal ragù, da un pochino di panna, e dalle sottilette fondenti.

Per farvi un esempio vi elenco gli ingredienti per una teglia di 3 persone:

Gr. 250 Lasagne all’uovo

Gr. 150 Carne trita di suino

Gr. 100 Salsiccia di suino

Q.B. Olio d’oliva per soffriggere

1/2 Dado

1 Cucchiaio di prezzemolo tritato (O se volete qualche foglia di basilico)

1 Spicchio d’aglio

Q.B. Concentrato di pomodoro

Q.B. Panna da cucina

3 Sottilette fondenti

Per prima cosa ho cominciato preparando il ragù. Ho preso una casseruola Vi ho messo l’olio e l’aglio tritato, e l’ho messa sul fuoco a soffriggere.

DSCN1490

Ho preso un piatto, ho versato la carne trita e la salsiccia, e con una forchetta ho mescolato per assemblare.

DSCN1491

Quando il soffritto di aglio è apparso imbiondito ho aggiunto l’insieme di carne trita e salsiccia. Ho fatto rosolare a fuoco vivace.

DSCN1492

Ho aggiunto il concentrato di pomodoro, il dado, il prezzemolo. Ho fatto cuocere per 40 minuti circa.

DSCN1493

Poco prima della fine della cottura ho aggiunto una sottiletta fondente.

DSCN1494

Ho preso una teglia rettangolare, l’ho imburrata, e sul fondo ho messo un pochino di ragù (Questo perchè altrimenti rischiano di diventare secche sul fondo).

DSCN1495

Ho cominciato a mettere un primo strato di lasagne (Ne ho messi tre rettangoli), ho versato sopra di esse un pochino di ragù e la panna da cucina.

DSCN1496

Ho continuato in questo modo per gli altri strati, cercando di ungerle con il ragù soprattutto negli angoli. Alla fine, nell’ultimo strato di lasagne, ho versato sopra il ragù restante, e due sottilette a pezzettini.

DSCN1497

Per cuocerle ho acceso il forno a 220°, e quando è stato caldo le ho infornate con un foglio di alluminio sopra. Dopo 10 minuti che cuocevano ho tolto il foglio, ed ho proseguito la cottura per altri 15 minuti. Il risultato è stato il seguente:

DSCN1498

Vi giuro che, cucinate in questo modo, oltre che buonissime sono risultate anche molto leggere. Persino i miei genitori che erano scettici sono rimasti soddisfatti! E’ proprio vero che non si finisce mai di imparare: Ho visto questa ricetta in internet e me ne sono subito innamorata. Il risultato è stato veramente strepitoso!

 

TORTA DELLA NONNA CON CREMA DI MANDORLE

Articolo ribloggato in quanto mancante di fotografie.

cucinare con fantasia ed allegria

DSCN1489.JPG

Ingredienti:

  • 280 g di Farina
  • 100 g di Mandorle tritate
  • 1/2 circa bicchiere/i di Liquore alle mandorle
  • 1 bustina/e di Vanillina
  • 4,5 dl di Latte
  • 250 g di Zucchero
  • 3 Uova (Intere)
  • 50 g di Margarina
  • 1/2 bustina/e di Lievito per dolci
Preparazione

Questa ricetta l’ho sperimentata ieri, e Vi assicuro che è una cannonata. Per prima cosa ho preparato la crema: in una casseruola ho messo 2 tuorli d’uovo, li ho sbattuti con la frusta, ho aggiunto gradatamente 150 g. zucchero, il latte, la vanillina. Ho messo sul fuoco.

DSCN1481.JPG

A metà cottura ho aggiunto il liquore alle mandorle, e quando la crema è diventata bella densa ho aggiunto 70 grammi di mandorle tritate.

DSCN1482.JPG
Nel frattempo ho preparato la base della torta; ho preso gli albumi rimasti con un uovo, li ho messi in una terrina, li ho sbattuto con la frusta,  ho aggiunto gradatamente la margarina ammorbidita a temperatura…

View original post 89 altre parole

CARCIOFI TRIFOLATI

DSCN1480.JPG

Questa settimana, al supermercato, ho visto una confezione di 4 carciofi molto belli. Devo ammettere che in casa mia questi ortaggi non vanno molto, ma per cambiare un pochino la routine quotidiana ho deciso di acquistarli. Non sapendo come cucinarli ho guardato su internet, e vi ho trovato una ricetta molto facile ma nel contempo sfiziosa: i carciofi trifolati. Bene, mi sono detta che li avrei cucinati, e così ieri ho proceduto per cucinarli.

Innanzitutto desidero spiegare cosa significa “Trifolare”: significa cuocere a fuoco vivace una vivanda, con olio o burro ed aglio, e generalmente con l’aggiunta di un ortaggio.

Gli ingredienti sono i seguenti:

Una confezione di 4 carciofi con le spine già tagliate

Q.B. Olio d’oliva

1 Spicchio d’aglio

Q.B. Brodo per la cottura

Il succo di 1/4 di limone

1 Cucchiaio di prezzemolo

Q.B. Sale

Innanzitutto ho preso la confezione e l’ho scartata.

DSCN1476.JPG

Come potete vedere nella confezione erano già con le spine tolte. Ho dovuto soltanto lavarli, togliere le corolle e le prime foglie in quanto sono molto dure, dividerli in 4 parti togliendo il fieno interno con un cucchiaino.

DSCN1477.JPG

Una volta mondati li ho versati in una terrina con dell’acqua e d il succo del limone. Questa operazione è necessaria per far si che non anneriscano.

DSCN1478.JPG

Nel frattempo ho preso l’aglio, l’ho tritato, ho preso una casseruola, vi ho versato l’olio e l’aglio. L’ho messa sul fuoco a rosolare. Quando ho visto che l’aglio risuolava imbiondito ho scolato i carciofi e li ho versati nella casseruola. Ho fatto cuocere a fuoco vivace per 5 minuti, poi ho aggiunto 2 mestoli di brodo (Preparato prima con mezzo dado), il prezzemolo, il sale. Ho fatto cuocere per altri 20 minuti.

DSCN1479.JPG

A fine cottura ho messo su un piatto da portata. Il risultato è stato il seguente:

DSCN1480

Vi giuro che cucinati in questo modo sono veramente buoni. L’unica nota negativa di questi ortaggi è che, per prepararli, si forma molto scarto (Nel senso che ci sono tante parti che non sono commestibili, come le foglie principali molto dure), ma per il resto c’è da dire che sono molto versatili da cucinare. Ve li consiglio per un contorno veloce ma gustosissimo!

LA PIZZA DI CASA MIA

DSCN1471.JPG

In questo articolo vi racconto come faccio io la pizza. Lo so, questo piatto è molto versatile, ma a volte, se la si mangia in pizzeria, si rischia di mangiare sempre le solite tipologie (Margherita, marinara, prosciutto e funghi), oppure ci sono delle varianti ma sono di gusti abbastanza forti (Tipo al salame piccante). A casa mia, io come condimento ci metto concentrato di pomodoro, pasta di acciughe (Non molta), funghetti champignons alla pizzaiola, sottilette.

Ma per essere più chiara Vi elenco tutti gli ingredienti:

Per la pasta:

Gr. 300-350 Farina bianca

1 Cubetto di 25 grammi di lievito di birra

1 Bicchiere di acqua tiepida

1 Cucchiaino di sale

2 Cucchiai di olio d’oliva

Per il condimento:

1/4 Tazzina di concentrato di pomodoro

Q.B. Salsa di acciughe

Gr. 140 Champignons alla pizzaiola

5 o 6 Olive denocciolate

9 sottilette

Q.B. Origano

Per prima cosa ho preso il lievito di birra e l’ho messo in un bicchiere. L’ho riempito con acqua tiepida e vi ho messo il sale.

DSCN1465.JPG

Poi ho preso la farina, l’ho messa in una terrina, ho formato un buco al centro con un cucchiaio di legno e vi ho messo l’olio d’oliva.

DSCN1466.JPG

Ho aggiunto poco per volta il contenuto del bicchiere, mescolando sempre con il cucchiaio di legno; quando la pasta non risultava più appiccicosa l’ho lavorata con le mani fino a formare un panetto che ho lasciato lievitare per 1 ora.

DSCN1467.JPG

DSCN1468.JPG

Nel frattempo ho preparato il condimento: ho preso una ciotolina, vi ho versato il concentrato di pomodoro ed ho aggiunto la salsa di acciughe. Poi ho preso un piattino e vi ho messo gli champignons e le olive. Tali ingredienti li avevo tritati in precedenza.

DSCN1469.JPG

Una volta che la pasta è lievitata ho preso una casseruola rettangolare, l’ho unta d’olio d’oliva ed ho steso la pasta aiutandomi con le dita. Naturalmente ho unto anche la parte sopra della pasta, io la pizza la stendo così. Poi ho proceduto versando sopra il concentrato di pomodoro, 6 sottilette in fila per 2, ed il misto funghetti/olive. Le altre sottilette le ho messe sopra sminuzzandole a pezzetti, ed infine ho messo l’origano.

DSCN1470.JPG

Ho acceso il forno, e quando ha raggiunto la temperatura di 180° ho infornato per mezz’ora. Il risultato finale è il seguente:

DSCN1471

Come potete vedere viene molto assortita, ma l’insieme del condimento è di una bontà infinita! Se non amate i gusti troppo forti o troppo delicati per una pizza io credo proprio che la varietà degli ingredienti che ho elencato per fare il condimento sia la giusta misura per una pizza soffice oppure croccante (Dipende da come vi piace l’impasto della pizza)

MAIALINO AL FORNO CON PATATE

 

DSCN1464

La settimana scorsa ho acquistato queste bistecche di “Maialino”, e per il week end ho pensato bene di cucinarle al forno con le patate. Voi non lo potete immaginare la bontà di questa ricetta, oltre che semplice da preparare, la carne stessa è risultata molto tenera (Oltre che buonissima), e quindi facilmente digeribile.

Gli ingredienti sono i seguenti:

1 Confezione di bistecche di maialino (5/6), un pochino spesse;

2 Patate di media grandezza

Q.B. Olio di oliva

Q.B. Sale

Q.B. Trito di erbe aromatiche per arrosti

1 Rametto di rosmarino

Per prima cosa ho tolto le bistecche dalla confezione

DSCN1459.JPG

Dal momento che queste bistecche avevano delle parti grasse (Cotenne), le ho tolte completamente, ho preso una casseruola, vi ho messo l’olio d’oliva e poi ho messo le bistecche, ungendole di olio da ambo i lati.

DSCN1460.JPG

Poi ho preso le patate, le ho pelate,lavate e tagliate a dadini.

DSCN1461.JPG

Le ho messo nella casseruola insieme alle bistecche.

DSCN1462.JPG

Ho salato, ho messo le erbe aromatiche, poi ho preso il rosmarino e l’ho tritato. Ho aggiunto il rosmarino per ultimo.

DSCN1463.JPG

Ho acceso il forno a 180° e quado è stato caldo ho infornato per uu’ora. Il risoutato è stato il seguente:

DSCN1464

Che dire? a mio avviso se preparate un piatto così anche per i vostri pargoletti vedrete che saranno contentissimi! Oltre che buono è semplice e non è per nulla pesante!

 

TARTUFI AI BISCOTTI

Questi dolcetti sono perfetti per quando avete in casa il cioccolato bianco e non sapete come abbinarlo. Ovviamente io ho messo l’aggiunta dei biscotti tritati fini, ed è venuta una vera goduria per il palato. Oltretutto gli ingredienti sono molto semplici, e non necessitano di una tempistica lunga per ottenerli.

Gli ingredienti sono questi:

Gr. 100 Cioccolato bianco

Gr. 100 Biscotti (Io ho usato le “Montagnole” della Cabrioni, ma vanno benissimo anche altri tipi di frollini

Gr. 50 Margarina

Gr. 60 Zucchero (Io ho usato quello bianco, ma a mio avviso se avete quello di canna è meglio)

1 Cucchiaio Limoncello

Q.B. Zucchero a velo

Ho cominciato facendo sciogliere il cioccolato bianco con la margarina.

Poi ho preso i biscotti e li ho ridotti in farina.

Una volta sciolti cioccolato e margarina ho aggiunto lo zucchero, e poi ho cominciato ad aggiungere la farina di biscotti a cucchiaiate, mescolando con un cucchiaio di legno.

A metà lavoro ho aggiunto anche il Limoncello, poi ho proseguito aggiungendo la rimanente farina di biscotti e continuando a mescolare. Alla fine il composto è risultato così:

Ho cominciato a formare delle palline poco più grandi di una noce, ed o proseguito fino ad esaurimento del composto. Ho preso lo zucchero a velo, l’ho messo sopra una spianatoia ed ho fatto “rotolare” le palline. Alla fine il risultato è stato questo:

Ho messo in frigorifero a solidificare per un’ora. Quando le ho tolte le abbiamo assaggiate e vi giuro che sono buonissime! E’ proprio vero che, molto spesso, le cose semplici sono le migliori!