CROSTATA CON CIOCCOLATO BIANCO E PHILADELPHIA




Come ho scritto più di una volta io sono una patita delle crostate! Dal momento che avevo del cioccolato banco a casa, ho pensato di preparare questa bella crostatina che è di una bontà celestiale! Il ripieno è fatto di cose semplici, la frolla è la stessa di una crostata normale, quindi non vi sto a spiegare come ho fatto la frolla, vi metto soltanto il link di una semplice crostata che io faccio da sempre e che ho pubblicato su questo blog anni fa:

https://rcavallaretto1.wordpress.com/2011/02/20/crostata/

Per quanto riguarda il ripieno gli ingredienti sono i seguenti:

Gr. 100 Cioccolato bianco

Gr. 200 Formaggio Philadelphia cremoso

2 Cucchiai di zucchero a velo

2 Cucchiai di farina

1 Uovo

Dopo aver preparato la pasta frolla ed averla messa in frigorifero a riposare mi sono cimentata per preparare la farcitura. Ho preso il cioccolato bianco, l’ho messo in una terrina spezzettandolo e, per farlo sciogliere, ho messo tale terrina sopra una pentola con un pochino d’acqua, mettendo poi tutto su di un fornello.




Una volta sciolto il cioccolato, ho aggiunto il formaggio Philadelphia, e con un cucchiaio di legno ho cominciato a mescolare.

Poi ho aggiunto lo zucchero a velo.

Infine, continuando a mescolare, ho aggiunto la farina e l’uovo.

Ho ripreso l’impasto in frigorifero (L’avevo già preparato nella tortiera, tenendone da parte un pochino per le strisce a grata), ho versato sopra la farcitura di cioccolato bianco e Philadelphia, ho formato le strisce con un tagliapasta e d ho decorato tutto quanto. Poi ho infornato a 180° per 17 minuti (La mia tortiera apribile è molto leggera, e quindi le torte cuociono in minor tempo).

Il risultato finale è stato questo:

Che dite? Ne volete una fetta? Ve la posso dare virtualmente, ma vi assicuro che la bontà di questa torta è veramente divina. Pensate che a fine pranzo mia madre ne ha voluto due fette!

Annunci

INVOLTINI DI POLLO AL FORNO

Questa settimana al supermercato ho avuto l’idea di acquistare i petti di pollo; dal momento che erano molto fini, guardando sul blog di Benedetta “Fattoincasa da Benedetta”, ho visto questa bella ricettina, facile da fare ma soprattutto gustosissima. Pensate che per preparare questi involtini ci è voluto soltanto 10 minuti, e per cuocerli al forno 25 minuti. Vi ho già parlato di questa blogger in altri post: vi consiglio di vedere i suoi filmati su YouTube, è veramente una perfetta donna di casa oltre che ad una bravissima cuoca.

Io naturalmente ho fatto qualche variante sugli ingredienti degli involtini, nel senso che lei aveva messo come formaggio la provola, io invece ho messo l’emmental; ed anche nella preparazione lei aveva messo gli involtini in una pirofila con delle foglie di alloro e fettine di limone affinché prendessero un gusto un pochino agrodolce in cottura, io invece ho optato per una cottura normale mettendo però sopra gli involtini un trito di erbe per arrosti.

Gli ingredienti sono i seguenti:

6-7 fettine di petti di pollo molto sottili (Al limite se sono un pochino grosse le potete battere con il batticarne)

3-4 fettine di prosciutto cotto (Ma le potete farcire anche con della mortadella)

3-4 fettine di emmental (O comunque un altro tipo di formaggio che non sia troppo filante, altrimenti si rischia che fuoriesce durante la cottura)

Q.B. Sale

Q.B. Pangrattato

Q.B. Olio extravergine d’oliva

Q.B. Trito di erbe per arrosti

Ho preso la confezione dei petti di pollo, l’ho aperta ed ho messo le bistecchine su di un tagliere. Prima di metterci il prosciutto le ho salate.

Ho preso le fettine di prosciutto e di emmental e le ho tagliate a metà. Ho messo tali fettine sulle bistecche, poi le ho avvolte formando degli involtini che ho affrancato infilando per ciascun involtino uno stuzzicadenti dal lato lungo.






Ho preso il pangrattato ed ho passati gli involtini fino a ricoprirli interamente. Poi ho preso una casseruola Vi ho messo l’olio d’oliva, ho inserito gli involtini, li ho irrorati un pochino con l’olio d’oliva e ci ho messo sopra il trito per arrosti.

Ho acceso il forno e quando è stato caldo li ho infornati a 180° per 25 minuti. Il risultato finale è il seguente:

Questi involtini sono attimi da mangiare con delle verdure fresche oppure dei legumi che come avete potuto vedere, io ho preparato come contorno. Infatti ho preparato dei fagioli cannellini con cipolla, e vi giuro che, con questi involtini, il connubio è stato proprio indovinato!

FILETTO AL FORNO CON PATATE

Questa settimana al supermercato ho acquistato un trancio di filetto a prezzo scontato. Dal momento che questo tipo di carne non viene mai mangiato a casa mia, ho cercato su internet un modo per cucinarlo in maniera semplice ma gustosa; ho trovato una ricetta che diceva di cucinarlo al forno, ma prima di farlo rosolare unto di olio e sale. Allora mi sono detta: benissimo, farò anch’io così! Vi giuro che sia io sia i miei familiari sono stato veramente contenti di come l’ho cucinato: è risultato tenerissimo oltre che buono! Gli ingredienti che ho adoperato sono i seguenti: 1 Trancio di filetto di media lunghezza 2 Patate di media grandezza Q.B. Sale Q.B. Olio d’oliva sia per soffriggere che per infornare Q.B. Misto per arrosti tritato Per prima cosa ho preso il trancio di filetto e l’ho tolto dalla sua confezione.
Ho tolto il grasso in eccesso, poi, con le mani l’ho unto d’olio in tutte le sue parti, e sempre con le mani l’ho cosparso con il sale fine. Ho preso una pentola con un pochino d’olio d’oliva, vi ho versato tale carne e l’ho fatta rosolare 3 minuti per ogni parte.
Una volta che è apparso di un bel colore l’ho tolto da quella pentola spegnendo il fuoco, ho preso una casseruola rettangolare e l’ho versato all’interno di essa. Ho aggiunto anche l’olio di rosolatura ed ho allungato con dell’altro olio d’oliva. Ho preso le patate, le ho sbucciate, le ho lavate e le ho tagliate a dadini. Le ho messe nella casseruola intorno alla carne, ho aggiunto il sale e le erbe di misto per arrosti.
Ho acceso il forno, e quando è risultato ben caldo ho infornato a 180° per 45 minuti. Una volta cotto ho spento il forno e quando ho impiattato il risultato è stato il seguente:
La carne oltre che buona è risultata anche morbida, le patate erano cotte a puntino… insomma, anche oggi, con questo piatto a casa mia è stato un vero successo!

CROSTATA D MARMELLATA GLASSATA AL LIMONCELLO

Oggi ho voluto provare questo dolce. Devo ringraziare Benedetta, l’autrice di “Fattoincasa di Benedetta”, perchè è stata lei che mi ha dato lo spunto! Come Vi ho già detto in qualche mio post è una persona meravigliosa, piena di risorse e di ottime idee per la cucina. Io naturalmente ho variato qualche ingrediente, ed al osto dell’aroma al limone ho voluto metterci il limoncello (Che a mio avviso, essendo un liquore a base di limone, da un tocco di gusto in più se si prepara una torta o una glassa). Tornando a noi gli ingredienti sono i seguenti: Per la frolla: 1 Uovo ed 1 tuorlo Gr. 50 Zucchero Gr. 70 Margarina 1 Bustina vanillina 1 Cucchiaino bicarbonato Gr. 250 Farina bianca. Per il ripieno: Gr. 200 Marmellata a piacere (Io ho messo quella di ciliegie in quanto l’avevo già aperta) Per la glassa 1 Albume Gr. 65 Zucchero a velo 2 Cucchiai di marmellata a piacere. Per prima cosa ho preso una 2 terrine, in una ho messo l’albume, nell’altra ho messo l’uovo ed il tuorlo.
Nella terrina a sinistra ho aggiunto lo zucchero e la margarina a temperatura ambiente e divisa a dadini. Ho lavorato prima con un cucchiaio di legno, poi, per far si che si sciogliesse meglio, ho preso lo sbattitore elettrico con dei tipi di fruste che non “Gonfiano” la frolla.
Ho cominciato ad aggiungere la farina a manciate, aggiungendo anche il bicarbonato e la vanillina.
Ho cominciato a lavorare con le mani, fino ad ottenere un panetto non appiccicoso ed omogeneo.
Prima di dividere il panetto in due e stenderlo ho preso una tortiera, l’ho imburrata, ho preso la carta da forno e ne ho ricavato due strisce larghe: ho messo tali strisce nella tortiera formando una croce. Ho agito in questo modo perchè, essendoci stata la glassa poi, non potevo certo rovesciarla quando la estraevo: invece, con questi due lembi, è stato facile estrarla (Ovviamente con l’aiuto di un’altra persona, nel mio caso mia madre).
A questo punto ho preso il panetto e l’ho diviso in due. Ho cominciato a stendere la prima parte con il mattarello sopra un foglio di carta da forno. Una volta stesa mi sono aiutata con tale foglio e l’ho inserita all’interno della tortiera. Ho livellato ben bene i bordi, ho versato sopra la marmellata e l’ho distribuita spalmandola con un cucchiaio.
Con il sistema sopradescritto ho steso anche la seconda parte del panetto e l’ho versata sopra la marmellata. Ho fatto aderire ben bene i bordi e con una forchetta ho bucherellato la superficie di tale pasta.
A questo punto mi sono cimentata per la preparazione della glassa. Ho preso la marmellata restante, l’ho messa in un pentolino a scaldare un pochino (Questo perchè dovevo metterla nella sac a poche).
Ho preso la terrina dove c’era l’albume e, con lo sbattitore e le fruste adatte, ho montato a neve ben ferma.
Ho aggiunto lo zucchero a velo e il limoncello, continuando a lavorare con lo sbattitore elettrico.
Ho versato la glassa sopra la crostata ed ho livellato con un cucchiaio.
Ho preso la sac a poche, ho inserito la marmellata ed ho fatto una decorazione tipo “Gocce di marmellata”, ma naturalmente si possono fare altri tipi di decorazioni.
Ho acceso il forno, e quando è stato caldo ho infornato a 180° per mezz’ora. Quando è risultata cotta l’ho fatta raffreddare e, con l’aiuto di mia madre, l’ho estratta prendendo i lembi della carta da forno. Il risultato? Eccolo:
Vi giuro che questa torta, oltre che semplice è anche buonissima. I miei familiari l’hanno assaggiata questa sera e ne sono rimasti veramente stupiti di tanta goduria per il palato! E proprio vero che, spesso, le cose semplici sono le migliori”!

TORTA RUSTICA NOCI UVETTA E CIOCCOLATO

Questa torta è perfetta per una prima colazione, oppure come merenda. Grazie a Benedetta ed al suo video sul suo blog “Fattoincasa da Benedetta” ho avuto la brillante idea di preparare questo dolce che, oltre che ad essere buonissimo, è anche semplice e veloce da preparare. Come vi avevo già anticipato in altri articoli, Benedetta è una persona speciale non solo per quanto riguarda la cucina, ma anche tutto il resto; dai suoi video c’è molto da imparare, ed io ho preso spunto da uno dei suoi video per preparare questa goduria per il palato! Naturalmente l’ho aromatizzata ed ho cambiato un pochino la quantità degli ingredienti, ma la torta che ho preparato è stata veramente fantastica!

Venendo al dunque gli ingredienti sono i seguenti:

3 Uova

Venendo al dunque gli ingredienti sono i seguenti:

Gr. 120 Zucchero

Gr. 120 Farina bianca

Gr. 150 Noci sgusciate

Gr. 100 Uvetta sultanina

Gr. 100 Cioccolato fondente

Qualche goccia di Amaretto di Saronno o altro liquore a base di mandorla per aromatizzare.

Gr. 70 Margarina (Lei ci aveva messo il burro, ma io nei dolci preferisco la margarina

Per prima cosa ho cominciato mettendo in ammollo l’uvetta in una ciotola con dell’acqua calda

In una terrina ho messo la farina e lo zucchero. Con un cucchiaio di legno li ho mescolati per amalgamarli, poi ho aggiunto il burro precedente sciolto a bagnomaria. Poi ho tritato a grossi pezzi le noci sgusciate in precedenza.

Ho tritato anche il cioccolato fondente.

Ho aggiunto le noci ed il cioccolato al composto farina/zucchero/burro fuso. Ho mescolato con un cucchiaio di legno e poi ho aggiunto l’Amaretto di Saronno.

Ho aggiunto al composto un uovo alla volta, mescolando sempre. Ho proceduto ad aggiungere il secondo uovo soltanto quando il primo è risultato ben amalgamato, e così ho fatto anche con il terzo.

Ho preso una tortiera, l’ho imburrata e foderata con carta da forno ed ho versato il composto.

Ho acceso il forno, e quando è risultato caldo ho infornato a 180° per 35 minuti. Una volta cotta l’ho tolta dal forno, lasciata raffreddare e l’ho messa su di un piatto per torte.

Come Vi sembra dall’immagine? Bella vero? Ma guardate l’interno:

E’ veramente una torta che, oltre che ad essere facile da preparare, è una vera è propria goduria per il palato. Oltretutto, proprio per la sua consistenza di noci, cioccolato ed uvetta ha una consistenza tra il morbido è il semiduro. Vi consiglio di prepararla per delle scampagnate, è ottima anche per quelle.

Per questa torta io mi sento di ringraziare Benedetta che mi ha dato lo spunto, e quindi scrivo un bel

GRAZIE BENEDETTA.

SPEZZATINO CON VERZA

DSCN1326.JPG

BUON ANNO A TUTTI!

Oggi per la prima volta ho cucinato lo spezzatino con un contorno diverso: ho acquistato al supermercato una confezione di 2 verze bianche piccole, e non sapendo come cucinarle ho pensato di abbinarle allo spezzatino che avevo in freezer. Naturalmente ho fatto tutto ieri sera, così il condimento ha anche preso più sapore.

Gli ingredienti sono i seguenti:

Gr. 350 Spezzatino di bovino adulto

1 Verza bianca piccola

1 Cipolla piccola

1 Dado

Q.B. Olio di oliva per soffriggere

1 Cucchiaio prezzemolo tritato

Q.B. Concentrato di pomodoro

Q.B. Vino per sfumare

Per prima cosa ho preso la verza, l’ho sfogliata e tagliata e poi l’ho lavata.

DSCN1321.JPG

Poi ho preso la cipolla, l’ho pelata e tritata fine. Ho preso una casseruola, ho messo l’olio e la cipolla tritata. Ho messo a soffriggere. Ho preso lo spezzatino, ho tolto la parte grassa, l’ho diviso a quadrotti di media grandezza e l’ho aggiunto al soffritto.

DSCN1322.JPG

Ho fatto rosolare in tutte le parti, ho aggiunto il dado, il concentrato di pomodoro, il vino, ho abbassato la fiamma ed ho aggiunto il prezzemolo.

DSCN1323.JPG

Ho lasciato cuocere 10 minuti poi ho aggiunto la verza. Naturalmente ho fatto tutti in una manciata sola in quanto la verza non era molta.

DSCN1324.JPG

Ho messo il coperchio sopra la pentola e fatto cuocere per un’ora circa. A fine cottura il risultato è stato questo:

DSCN1325.JPG

Oggi ho ripreso la pentola e rimessa sul fuoco giusto per far scaldare questo secondo piatto compreso di contorno. Il risultato finale quando ho impiattato è stato il seguente:

dscn1326

Il sapore forte e deciso della verza è un ottimo accoppiamento con lo spezzatino! Inoltre è anche un secondo che rende parecchio: se ne avanza lo si mette in frigorifero come ho fatto io, e il suo gusto sarà sempre migliore. Vi consiglio di farlo in caso avete voglia di spezzatino non abbiate in casa le patate come contorno!

 

GALLETTO RIPIENO

DSCN1320.JPG

Buon Natale a tutti!

Volete sapere cosa ho preparato come menu natalizio: innanzitutto per quanto riguarda gli antipasti mi sono programmata facendoli ieri: ho fatto le girelle salate ripiene con affettato e verdure, poi ho preparato anche la mousse al mascarpone. Qui sotto vi metto i link di questi due piatti:

https://rcavallaretto1.wordpress.com/2017/12/24/girelle-salate-ripiene-di-affettato-e-verdure/

https://rcavallaretto1.wordpress.com/2011/07/17/mousse-di-mascarpone/

Sempre nella giornata di ieri ho anche preparato questo galletto. L’ho comprato al supermercato già sviscerato, ed ho pensato di fare un ripieno con carne macinata e salsiccia. Con questo ripieno, parecchi anni fa, nella mia famiglia si faceva l’anitra a Natale, ma ora i miei genitori non hanno più l’appetito di una volta. Quindi ho pensato di prendere del pollane più piccolo e di cucinarlo così. In questo modo non si rischia di mangiare la stessa pietanza per più giorni (Che poi alla fine stanca).

Per la preparazione di questo piatto gli ingredienti sono i seguenti:

1 Galletto piccolo

Gr. 200 carne macinata fine di bovino

Gr. 100 Salsiccia a pasta fine

1 Fesa aglio

1 Cucchiaio prezzemolo

2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva (Per il ripieno)

2 Cucchiai pane grattugiato

1 Uovo

3 Patate di media grandezza

Q.B. Sale

Q.B. Aromi per arrosti

2 o 3 Rametti di rosmarino

Per prima cosa ieri mattina ho cominciato a preparare il ripieno; tengo a precisare che, se il ripieno avanza potete preparare delle polpette di carne (Come ho fatto io). In una ciotola ho messo la carne trita, la salsiccia, l’aglio pelato e tritato, il prezzemolo, l’olio, ed infine l’uovo. Ho mescolato tutto quanto con una forchetta ed ho messo in frigorifero a riposare, in modo tale che i sapori si assemblassero ben bene tra di loro.

DSCN1314.JPG

Ieri pomeriggio, mentre lievitava la pasta per gli antipasti, ho preso il galletto e l’ho tolto dalla confezione; l’ho pulito ed è apparso così prima di metterci il ripieno:

DSCN1315.JPG

DSCN1316.JPG

Ho ripreso il ripieno dal frigorifero, e con l’aiuto di un cucchiaio e di un cucchiaino ho farcito il galletto.

DSCN1317.JPG

Una volta farcito l’ho chiuso davanti e dietro con ago e filo da imbastire. Con il resto del ripieno rimasto ho fatto delle polpette, ed ho messo tutto in frigorifero.

DSCN1318.JPG

Questa mattina l’ho tolto dal frigorifero, ho preso una casseruola, ho unto la base con dell’olio di oliva, ho inserito il galletto in mezzo e due polpette ai lati (Davanti e dietro); ho messo un pochino d’olio d’oliva sopra il suo dorso. Ho preso le patate, le ho pelate, le ho lavate, le ho divise in due per la lunghezza, poi in quattro sempre per la lunghezza, poi le o divise a dadini. Le ho messe ai lati del galletto. Ho messo il sale, gli aromi, ed il rosmarino. Per farvi capire meglio Vi mostro la fotografia:

DSCN1319.JPG

Ho acceso il forno a 180° e quando è stato caldo l’ho infornato per un’ora. Quando è stato cotto ho preso un arnese da cucina che si chiama trinciapollo (Una specie di grossa forbice che serve per dividere il pollame in parti uguali una volta cotto) ed ho diviso a metà. Il risultato finale? Eccolo:

 

DSCN1320

Non avevo mai mangiato il galletto cucinato in questo modo! Vi giuro che è buonissimo, e soprattutto molto delicato. Sono stata pienamente contenta di questo piatto, ed anche i miei cari mi hanno fatto un sacco di complimenti. Oltretutto è una ricetta che rende ma  non stanca perchè in questi due giorni viene mangiata con gusto, senza avanzarne per i prossimi giorni.

Con questo piatto rinnovo i miei più sinceri Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo.