TROFIE CON PANGRATTATO E ZUCCHINE

Questo è un primo piatto semplice ma di una bontà senza limiti. L’idea l’ho avuta dal blog di Benedetta Rossi, la mia musa ispiratrice di nuovi piatti, che possono essere semplici oppure complicati, ma sempre buonissimi. Vi ho parlato di lei in qualche articolo, il suo blog si chiama https://www.fattoincasadabenedetta.it/

Naturalmente io, per aver cucinato questo piatto solo per me, ho variato un pochino le dosi ed inoltre, al posto della cipolla ho messo l’aglio tritato. Inoltre lei aveva fatto tostare il pangrattato poi lo aveva messo da parte; io, dopo averlo fatto tostare ho aggiunto le zucchine tagliate a rondelle nella stessa pentola, allungando tale condimento con un pochino d’acqua di cottura della pasta.

Ma venendo al dunque gli ingredienti sono i seguenti:

Gr. 70/80 Trofie

2 Cucchiai pane grattugiato

Q.B. Olio oliva per soffriggere

3/4 Zucchina piccola

1 Spicchio d’aglio

1/2 Cucchiaio prezzemolo tritato

Q.B. Sale

Ho cominciato prendendo una padella, ci ho messo l’olio d’oliva ed il pangrattato, ho messo tutto sul fuoco.

Quando è risultato “Tostato”, ho aggiunto la zucchina tagliata a rondelle con l’aglio tritato.

Ho lasciato cuocere per 5 minuti allungando con l’acqua di cottura della pasta che, nel frattempo ho messo a bollire. Ho aggiunto il sale ed il prezzemolo tritato.

Quando le trofie sono risultate cotte le ho condite mettendole nella stessa padella dove ho preparato l’impasto zucchine/pangrattato. Le ho mescolate ed infine le ho messe in un piatto. Il risultato è stato il seguente:

Vi giuro che, appena ho assaggiato le trofie condite in questo modo sono stata soddisfatto per la bontà. Vi consiglio di provare a condirle così, è un modo differente per non mangiarle sempre al pesto; comunque, con il condimento da me fatto, ci potete mantecare anche un altro tipo di pasta (Spaghetti, fusilli); perché non è detto che è adatto solo per le trofie. Provate a farlo e poi giudicherete voi! Ad ogni modo mi sento ancora di dire un grosso

Grazie Benedetta

per essere la mia musa ispiratrice su tanti piatti!

I MIEI MACCHERONI ALLA GRICIA

Oggi ho pensato di cucinare un nuovo primo piatto: un piatto semplice ma gustosissimo. Questa ricetta è tipica della cucina laziale, addirittura lo si considera l’antenato della pasta all’amatriciana! L’unica differenza è che nell’amatriciana c’è il sugo di pomodoro, perchè l’origine della pasta alla gricia è antecedente all’importazione di tale verdura. A parte questo, il condimento alla gricia non è ottimo solo per i maccheroni, ma anche per gli spaghetti, i bucatini, le tagliatelle: insomma è un condimento che va con tutti i tipi di pasta.

Per preparare questo piatto io ci ho messo anche un pochino di inventiva: il pepe l’ho sostituito con la salvia tritata ed il basilico in foglie (Spezzettate). Ho preparato questa ricetta per me soltanto, i miei non ne hanno voluto sapere ma quando l’hanno assaggiata si sono ricreduti.

Gli ingredienti che occorrono per tre persone sono i seguenti:

  • Gr. 210 Maccheroni Barilla (Ma se Voi siete pastaioli potete fare anche 300 grammi)
  • Gr. 150 Pancetta affumicata (Se però avete il guanciale è meglio)
  • Q.B. Olio extravergine di oliva per soffriggere
  • Q.B. Salvia tritata
  • 4/5 Foglie basilico fresco
  • Q.B. Formaggio pecorino romano grattugiato

Per prima cosa ho versato l’olio d’oliva in una padella, ho aggiuto la pancetta ed ho portato sul fuoco a soffriggere.

Intanto avevo messo sul fuoco una pentola contenente l’acqua ed una manciata di sale grosso. Quando ha cominciato a bollire vi ho versato i maccheroni. Nel frattempo ho aggiunto al condimento olio/pancetta il sale, la salvia ed il basilico. Ho anche aggiunto un pochino d’acqua di cottura della pasta altrimenti si asciugava troppo.

Quando i maccheroni sono risultati cotti, per condirli li ho scolati e poi li ho versati nella padella dove ho preparato il condimento. Ho aggiunto il pecorino grattugiato, ho dato una mescolata ed ho impiattato. Il risultato è stato il seguente:

Non vi sembra che, dall’aspetto, va venire l’acquolina in bocca? Io sono rimasta sofddisfatta di questo bel piattino! Come ho summenzionato è ottimo con tutti i tipi di pasta, ed oltretutto è anche veloce da fare. Avete poco tempo per cucinare e non sapete da dove cominciare? Questa potrebbe essere un’idea, vi consiglio di prenderla come esempio.

TAGLIATELLE CON PANNA PROSCIUTTO E PISELLI

Oggi avevo proprio voglio di un primo piatto semplice ma gustoso, ed eccolo qui! Ho spulciato varie ricette su internet, ma quella che mi ha “Catturata” di più è stata questa! Si tratta di un primo piatto semplice ma di una bontà divina, l’ho fatto soltanto per me (I miei genitori non ne hanno voluto sapere, ma si sono pentiti), e devo dire che sono stata pienamente soddisfatta di quello che ho cucinato.

Gli ingredienti per cucinare questo piatto sono i seguenti (Per 3 persone):

  • Gr. 210 Tagliatelle all’uovo
  • Gr. 200 Piselli piccoli
  • 2/3 Fette prosciutto cotto (Lo tagliate, oppure potete prendere quello a dadini)
  • 1 Pizzico di sale
  • Q.B. Olio d’oliva per rosolare
  • Q.B. Panna
  • 1 Spicchio d’aglio grosso (Oppure 2 medi)

Ho cominciato prendendo l’aglio, l’ho tritato, e l’ho messo in una pentola con l’olio d’oliva, ho messo sul fuoco a soffriggere.

Ho preso i piselli (Io avevo quelli in lattina e quindi li ho usati, per me 70 gr.), li ho passati nell’acqua e li ho nessi nella pentola con l’aglio.

Mentre rosolavano a fuoco lento, ho aggiunto il sale. Poi ho preso il prosciutto (Una fetta), l’ho piegato e tagliato in lungo e largo.

Dopo averlo tagliato l’ho messo a cuocere assieme ai piselli (In tutto la cottura è stata di 10 minuti).

Quando è risultato quasi cotto ho aggiunto la panna.

Ho mescolato con un cucchiaio e fatto cuocere per circa 2 minuti, fino a che non è risultato omogeneo.

Ho fatto cuocere le tagliatelle in acqua salata, e quando sono risultate al dente le ho scolate e condite con quello che ho preparato; vi giuro che sono la fine del mondo!

Vi do un consiglio: avete poco tempo non sapete cosa preparare da mangiare: fate questo primo piatto, vedrete che verrà apprezzato!

PAPPARDELLE ALLA CARBONARA

Oggi ho voluto provare a cucinare un primo piatto diverso dal solito. Premetto che, anni fa, avevo assaggiato la pasta alla carbonara e mi era piaciuta moltissimo; avendo della pancetta a cubetti in dispensa (Non molta, 50 gr e quindi soltanto per me), ho cercato su internet come si prepara tale piatto, e devo dire che è di una facilità estrema! Bastano veramente pochissimi ingredienti, ed il piatto è veramente godurioso.

Ammetto però che, per quanto riguarda gli ingredienti, io ho sostituito il pepe con la salvia liofilizzata tritata, perchè spezie come pepe o noce moscata non mi piacciono molto. Con la salvia il sapore è più delicato.

Vedendo al dunque gli ingredienti per due persone sono i seguenti:

Gr. 150-200 Pappardelle

Gr. 100 Guanciale (Ma se come me avete la pancetta a cubetti va bene uguale)

Q. b. Olio oliva per friggere

2 Uova

3 Cucchiai di formaggio pecorino romano grattugiato

Q.B. Salvia liofilizzata tritata

Ho cominciato mettendo la panceta in un tegame con l’olio, l’ho messa sul fuoco per farla rosolare.

La pancetta deve essere non troppo rosolata, e quindi, per ovviare a questo, ho aggiunto un cucchiaio di acqua di cottura delle pappardelle (L’ho messa sul fuoco prima di mettere il tegame con la pancetta).

Poi ho preso un piatto, ho messo l’uovo rompendolo, l’ho sbattuto un attimo con una forchetta, ho aggiunto il pecorina romano e la salvia tritata.

Ho sbattuto di nuovo con una forchetta per assemblare tutto. Intanto avevo messo le pappardelle a cuocere.

Una volta cotte le ho scolate e versate nel tegame con la pancetta; ho dato una prima mescolata per assemblare.

Per ultimo ho aggiunto l’impasto fatto con l’uovo, ho rimescolato tutto e versato nel piatto. Il risultato è stato il seguente:

Che ne dite? Non vi sembrano uno spettacolo? E non immaginate quanto siano buone! Sicuramente le farò di nuovo, non subito. I miei familiari non ne hanno voluto sapere, ma poi si sono pentiti! D’altra parte io sono un tipo che rispetta le loro idee, molto democraticamente, ma non mi devono impedire di cucinare qualcosa di diverso dai soliti piatti; a mio avviso la cucina se è varia è più buona.

LASAGNE AL PESTO DI ARACHIDI

DSCN1504

Vi ricordate le “Lasagne al pesto” che ho preparato questo mese? Bene, avendo in casa ancora 5 strati di lasagne da far cuocere, ho pensato di cucinarli con un pesto un pò particolare: il pesto di arachidi. Per questo piatto non ho fatto molte fotografie (Giusto 2), perchè comunque il procedimento è identico a quello della precedente ricetta, solo che cambia il tipo di condimento. Gli ingredienti? Sono questi:

Gr. 50 arachidi sgusciate

2 Cucchiai di formaggio grana padano grattugiato

1/2 Cucchiaio di prezzemolo

1 Pizzico di sale

Q.B. Olio di oliva

5 Strati di lasagne fresche da cuocere

Gr. 100 Ricotta

1 Sottiletta

Per prima cosa ho sgusciato le arachidi e le ho messe nel mixer insieme al prezzemolo. Ho tritato tutto quanto poi ho reso un piato, ho versato questo trito, ho aggiunto il formaggio grattugiato, il sale, l’olio d’oliva. Ho mescolato tutto quanto fino ad ottenere un composto omogeneo.

A questo punto, dal momento che avevo solo 5 strati di lasagne, ho preso una pirofila da plum cake in alluminio, l’ho unta con un pochino di ricotta ai bordi e sul piano, e ci ho aggiunto un pochino di pesto di arachidi (Questo per far si che lo strato sotto risultasse morbido). Ho cominciato mettendo il primo strato di lasagna, l’ho unto di ricotta tirandolo verso i bordi e ci ho aggiunto 1 cucchiaio di pesto. Ho continuato in questo modo anche per gli altri strati, nell’ultimo vi ho messo la sottiletta divisa a pezzettini.

DSCN1503

Ho coperto con la carta di alluminio la vaschetta da me preparata, ho acceso il forno e, quando è stato caldo ho infornato per 25 minuti. 10 minuti prima della fine della cottura ho tolto la carta di alluminio.

Il risultato è stato il seguente:

DSCN1504

Solo a guardarle non vi fanno venire l’acquolina in bocca? Ma soprattutto non potete immaginare come è buono il pesto fatto con le arachidi! Se avete voglia di lasagne ma non volete cucinare il ragù vi consiglio di prepararle con questo condimento! E’ una vera goduria per il palato!

LASAGNE AL PESTO ALLA GENOVESE

DSCN1502

Questa mattina ho voluto provare a fare le lasagne con il condimento a base di pesto alla genovese, ed a pranzo, quando le ho assaggiate, devo dire che mi sono venute proprio buone! Ne ho fatte una teglia piccolina in quanto i miei genitori non hanno desiderato questo piatto, ma poi alla fine si sono pentiti! Erano talmente buone che avrebbero desiderato mangiarle anche loro! Inoltre, queste lasagne, se non si mangiano tutte il giorno stesso, si possono benissimo conservare in frigorifero per 2 o 3 giorni.

Venendo al dunque gli ingredienti che ho adoperato sono stati i seguenti:

Gr. 250 circa di lasagne secche (Io ho usato quelle comperate alla U2)

Gr. 100 Ricotta (Al posto della besciamella, a mio avviso è più leggera)

Gr. 100 Pesto alla genovese (Io ho usato quello con marca Tigullio, è veramente buono)

Q.B. Sottilette fila e fondi

Q.B. Grana padano grattugiato

Ho cominciato prendendo una piccola teglia di alluminio, ho versato all’interno un pochino di ricotta e l’ho spalmata su tutto l’interno, ma soprattutto ai lati.

DSCN1499

Poi ho preso le lasagne, le ho messe sopra la ricotta, le ho spalmeto con un altro pò di ricotta e con un pò di pesto.

DSCN1500

Ho continuato in questo modo, e quando ho finito la ricotta ho aggiunto le sottilette. Alla fine, dopo aver aggiunto le sottilette, ho versato il formaggio grattugiato.

DSCN1501

Per cuocerle ho acceso il forno a 180°, e quando è stato caldo le ho infornato con la carta di alluminio sopra la vaschetta, in modo tale che non si formasse subito la crosticina. Ho fatto cuocere per 25 minuti, ma 10 minuti prima che finisse la cottura ho tolto la carta di alluminio. Il risultato è stato il seguente:

DSCN1502

Solo a vederle non vi viene l’acquolina in bocca? Inoltre ho trovato che il connubio pesto-sottilette è veramente indovinato.

Questo piatto è consigliato se magari avete gente a cena: cucinatelo e farete proprio una bella figura, i vostri commensali saranno totalmente soddisfatti!

LE MIE LASAGNE SEMPLICI

DSCN1498

Questa settimana al supermercato ho acquistato una confezione di lasagne da 500 grammi. Questo piatto a casa mia non si fa molto spesso, ma siccome da un pò di tempo io avevo voglia di mangiarle ho pensato di acquistarle per cucinarle ma senza la classica besciamella (E’ una crema che ai miei genitori non piace molto perchè è un pò pesantina). Il condimento che ho aggiunto è costituito dal ragù, da un pochino di panna, e dalle sottilette fondenti.

Per farvi un esempio vi elenco gli ingredienti per una teglia di 3 persone:

Gr. 250 Lasagne all’uovo

Gr. 150 Carne trita di suino

Gr. 100 Salsiccia di suino

Q.B. Olio d’oliva per soffriggere

1/2 Dado

1 Cucchiaio di prezzemolo tritato (O se volete qualche foglia di basilico)

1 Spicchio d’aglio

Q.B. Concentrato di pomodoro

Q.B. Panna da cucina

3 Sottilette fondenti

Per prima cosa ho cominciato preparando il ragù. Ho preso una casseruola Vi ho messo l’olio e l’aglio tritato, e l’ho messa sul fuoco a soffriggere.

DSCN1490

Ho preso un piatto, ho versato la carne trita e la salsiccia, e con una forchetta ho mescolato per assemblare.

DSCN1491

Quando il soffritto di aglio è apparso imbiondito ho aggiunto l’insieme di carne trita e salsiccia. Ho fatto rosolare a fuoco vivace.

DSCN1492

Ho aggiunto il concentrato di pomodoro, il dado, il prezzemolo. Ho fatto cuocere per 40 minuti circa.

DSCN1493

Poco prima della fine della cottura ho aggiunto una sottiletta fondente.

DSCN1494

Ho preso una teglia rettangolare, l’ho imburrata, e sul fondo ho messo un pochino di ragù (Questo perchè altrimenti rischiano di diventare secche sul fondo).

DSCN1495

Ho cominciato a mettere un primo strato di lasagne (Ne ho messi tre rettangoli), ho versato sopra di esse un pochino di ragù e la panna da cucina.

DSCN1496

Ho continuato in questo modo per gli altri strati, cercando di ungerle con il ragù soprattutto negli angoli. Alla fine, nell’ultimo strato di lasagne, ho versato sopra il ragù restante, e due sottilette a pezzettini.

DSCN1497

Per cuocerle ho acceso il forno a 220°, e quando è stato caldo le ho infornate con un foglio di alluminio sopra. Dopo 10 minuti che cuocevano ho tolto il foglio, ed ho proseguito la cottura per altri 15 minuti. Il risultato è stato il seguente:

DSCN1498

Vi giuro che, cucinate in questo modo, oltre che buonissime sono risultate anche molto leggere. Persino i miei genitori che erano scettici sono rimasti soddisfatti! E’ proprio vero che non si finisce mai di imparare: Ho visto questa ricetta in internet e me ne sono subito innamorata. Il risultato è stato veramente strepitoso!

 

TAGLIATELLE AL RAGU’

Questo primo piatto vi sembrerà molto comune, ma quello che voi non sapete è come ho fatto questo ragù. Dal momento che al supermercato cercavo carne un pochino macinata ma era sempre di grandi porzioni, ho pensato bene di prendere 2 hamburger. Si, avete capito bene, il ragù l’ho preparato con gli hamburger, e vi giuro che è buonissimo.

Ma veniamo al dunque elencandovi gli ingredienti:

2 Hamburger

1 Spicchio d’aglio

Q.B. Olio extravergine di oliva

1/2 dado

Q.B. Concentrato di pomodoro

4/5 Foglie basilico

1 Sottiletta

Gr. 250 Tagliatelle

Per prima cosa ho scartato la confezione degli hamburger.

Poi ho preso l’aglio, l’ho sbucciato e tritato. Ho preso un pentolino un pò resistente, vi ho messo l’olio d’oliva, ho preso gli hamburger e con un coltello li ho divisi a pezzettini piccoli. Ho messo gli hamburger e l’aglio nel pentolino, e poi ho messo sul fuoco a rosolare.

Dopo averli scottati, ho aggiunto il dado, il concentrato di pomodoro ed il basilico diviso a pezzettini. Ho abbassato la fiammo ed ho fatto cuocere per 40 minuti, allungando con un pochino d’acqua se appariva troppo asciutto.

Questo per far si che la carne si cuocesse meglio. Poco prima di toglierlo dal fuoco ho aggiunto la sottiletta, in modo tale che tutti gli ingredienti si amalgamassero meglio.

Dopo aver fatto sciogliere la sottiletta il ragù è apparso di questa densità:

Ho messo sul fuoco una pentola con dell’acqua salata. Quando bolliva ho versato le tagliatelle e le ho cotte per 5 minuti (Come da confezione). Le ho scolate e condite con il ragù, ed ogni piatto (Le dosi sono per 3 persone), è risultato così:

Non vi sembra un bell’aspetto? Ma soprattutto sono buonissime. Ho avuto questa idea degli hamburger in quanto non sono riuscita a trovare i quantitativi giusti della carne, ma vi giuro che il ragù, anche fatto con gli hamburger, è buonissimo, e con lui anche le tagliatelle!

RISO FREDDO… A MODO MIO

Questa stagione estiva è l’ideale per preparare cibi freddi e leggeri, ma attenzione ai gusti! In casa mia ad esempio non amiamo il riso freddo con cetrioli, tonno, sottaceti… quindi ho pensato di prepararlo con varianti diverse, e cioè con verdure fresche messe a rosolare, emmenthal, e prosciutto cotto. Bene vi dico subito che questo pomeriggio, dopo averlo preparato per domani, l’ho assaggiato: una vera delizia, buonissimo ma soprattutto delicato!

Gli ingredienti per preparare questo primo piatto sono i seguenti:

Gr. 300 riso per risotti (O da insalata)

1 Manciata sale grosso

1 Zucchina grossa (Se non l’avete prendetene 1+1/2 piccole)

1 Spicchio d’aglio

Gr. 100 formaggio Emmenthal

Gr. 200 Piselli (Io ho usato quelli in scatola della Esselunga)

2 Fette prosciutto cotto

Q.B. Olio di olia per soffriggere

Q.B. Burro per cuocere i piselli

Ho cominciato cuocendo la zucchina divisa a metà e tagliata in un tegame con l’olio d’oliva, l’aglio triatato ed un pochino di sale.

Pio ho messo il riso in una casseruola con dell’acqua bollente ed il sale grosso, l’ho portata sul fuoco ed ho fatto lessare per 12 minuti.

Nel frattempo ho preso il formaggio Emmenthal e l’ho diviso a dadini.

Ho tolto il riso dal fuoco, l’ho scolato, l’ho messo in una terrina rettangolare e vi ho aggiunto il formaggio a fettine. Ho mescolato affinché tutto si assemblasse.

Poi ho aggiunto i piselli che avevo fatto cuocere questa mattina (L’ho fatto per portarmi avanti e non avere in giro troppe pentole), con il burro ed un pochino mezzo dado (Ma va bene anche un pochino di sale). Anche qui ho mescolato per assemblare.

Ho poi aggiunto le zucchina rosolata con l’olio, mescolando sempre.

Ho prese il prosciutto ed ho tagliato le fette prima a strisce, poi a dadini.

Ho aggiunto il prosciutto sempre mescolando. Alla fine il risultato è stato questo:

L’ho assaggiato è vi giuro che, con gli ingredienti freschi (Soprattutto le verdure), è una vera delizia! Inoltre è anche un primo piatto che rendo molto, nel senso che si mette in frigorifero coperto dalla carta trasparente, ed anche se rimane per qualche giorno il suo sapore non si altera, anzi, diventa migliore! Ve lo consiglio come primo piatto in queste calde giornate estive.

RISO FREDDO ALLO ZAFFERANO E ZUCCHINE

Oggi, visto che l’estate è iniziata da un bel pò, ho pensato bene di preparare il riso freddo, ma con delle varianti comuni. Personalmente non sono un’amante di questo piatto, a me il risotto mi piace con zafferano e funghi porcini, ma visto che ora fa caldo… ho guardato su internet ricette tipiche del riso freddo, e ce n’era una nella quale c’erano addirittura le uova ed i pomodorini, oltre che lo zafferano. Sinceramente non mi piaceva questo connubio, quindi ho pensato bene di prepararlo con zucchine e scamorza.

L’ho preparato soltanto per me, ma gli ingredienti per 2 o 3 persone sono i seguenti:

Gr. 200 Riso per risotti (O da insalata)

1 Bustina zafferano

1 Manciata sale grosso per la cottura

1+1/2 Zucchine

1 Spicchio d’aglio

Q.B. Sale

Gr. 100 Scamorza

Per prima cosa ho messo a lessare il riso con lo zafferano in una pentola con dell’acqua ed il sale grosso. L’ho lessato per 12 minuti.

Nel frattempo ho lavato le zucchine le ho tagliate a rondelle, e le ho messe in una padella con un pochino d’olio d’oliva e l’aglio tritato. Ho messo sul fuoco a soffriggere aggiungendo il sale.

Pio ho preso la scamorza e l’ho tagliata a dadini.

Ho tolto il riso dal fuoco e l’ho messo in un scolapasta. L’ho scolato, ho preso una terrina di vetro e ci ho versato il riso e la scamorza. Ho mescolato per assemblare tutto.

Una volta pronte le zucchine le ho versate sopra, con l’olio di condimento ed ho rimescolato tutto.

Ho lasciato raffreddare, poi ho messo sopra la pellicola trasparente ed ho messo in frigorifero. Questa sera l’ho assaggiato e Vi giuro che è buonissimo. E’ ottimo come sapore perchè non è il tipico sapore del riso freddo con cipolline e verdure sott’olio; qui le verdure vengono sono fresche ed oltretutto vengono cotte nello stesso momento in cui si lessa il riso. Inoltre, con lo zafferano, il gusto è qualcosa di godurioso, che fa risvegliare l’appetito di grandi e piccini.