TIRAMISU’ CON BISCOTTI AL GRANO SARACENO E CIOCCOLATO FONDENTE

Ed anche quest’anno siamo arrivati alle soglie di Ferragosto! Dal momento che per motivi familiari non posso permettermi di andare in villeggiatura, ho pensato bene di preparare un pranzetto un pochino più variegato di quello che si preparano nei giorni feriali, e da qui mi è scaturita l’idea di preparare questa delizia per il palato. Questo tiramisù non è quello classico con i savoiardi, il cioccolato non l’ho tritato, ma l’ho fatto fondere ed unito assieme al mascarpone. Per farvi capire meglio come l’ho preparato vi elenco gli ingredienti e di seguito il procedimento:

Per la bagna:

Ml. 400 Latte

2 Cucchiai Nesquik (Ma se avete il cacao prendete pure quello)

2 Cucchiai zucchero

2 Cucchiai di Amaretto di Saronno (O altro liquore alle mondorle)

Gli altri ingredienti sono:

Q.B. Biscotti al grano saraceno (Io ne ho messi 16)

Gr. 375 Mascarpone

Gr. 100 Cioccolato fondente

2 Uova

Gr. 100 Zucchero

Q.B. Granella di nocciole

Innanzitutto ho cominciato preparando la “bagna”: ho preso un pentolino, vi ho versato il latte, ho aggiunto lo zucchero, il Nesquik ed il liquore alla mandorla. Poi ho messo sul fuoco.

Ho mescolato tutti gli ingredienti prima di metterlo sul fuoco. a questo punto ho preso il cioccolato fondente e l’ho fatto sciogliere mettendolo in una terrina e poi ponendo tale terrina su di una pentola d’acqua e mettendo tutto sopra il fornello.

Una volta sciolto il cioccolato ho preso le uova e, nella terrina contenente il cioccolato fuso vi ho messo i tuorli, insieme allo zucchero. Gli albumi li ho messi in un’altra terrina.

Ho montato con le fruste il contenuto della prima terrina (Tuorli, zucchero e cioccolato fuso), poi cambiando le fruste ho montato gli albumi a neve.

Nella terrina contenente il cioccolato ho messo il mascarpone. Prima l’ho assemblato con un cucchiaio di legno, poi con le fruste elettriche.

Ho versato gli albumi montati assieme al composto mascarpone-cioccolato, ed ho mescolato con un cucchiaio di legno.

A questo punto mi sono dedicata all’inzuppo dei biscotti. Ho preso una pirofila di vetro di media gandezza, ho preso i biscotti ed ho cominciato ad intingerli nella bagna preparata in precedenza. Ho notato una cosa: essando al grano saraceno questi biscotti ci mettono un pò per essere “inzuppati” del tutto. Comunque ho preparato la base con 16 biscotti.

Sopra questa base vi ho versato metà della crema, poi ho proceduto con una secondo strato di biscotti inzuppati ed infine ci ho messo la restante crema. Per ultimo ci ho messo la granella di mandorle.

Che dire? Non vi sembra uno spettacolo? Ma soprattutto il gusto di questi biscotti con la crema da me preparata sono un’ottimo connubbio! Danno quel tocco di rusticità che si addice a quelle persone che non amano i dolci con tanto zucchero.

Con questo articolo desidero augurare a tutti voi che mi seguite

BUON FERRAGOSTO.

SBRICIOLATA CON CREMA AL CIOCCOLATO BIANCO (RICETTA SENZA COTTURA)

Avete voglia di un dolcetto ma non volete accendere il forno? Niente paura. Si sa che di questi tempi è meglio evitare di accendere il forno! Il caldo è arrivato dirompente, e quindi bisogna optare per cucinare cibi più leggeri, ma se si ha voglia di dolce questa è una soluzione.

Ho preso spunto da una mia ricetta che avevo pubblicato 4 anni fa: si tratta della “Sbriciolata con cioccolato fondente e mascarpone senza cottura”. Se lo desiderate vi aggiungo il link:

https://rcavallaretto1.wordpress.com/2016/08/06/sbriciolata-con-cioccolato-fondente-e-mascarpone-senza-cottura/

Orbene, proprio questo pomeriggio, avendo il cioccolato bianco il casa, ho avuto l’idea di preparare questa sbriciolata che è stata veramente divina! Ho cambiato gli ingredienti, ed inoltre ho fatto sciogliere il cioccolato in una terrina sopra una pentola.

Però, prima di spiegarvi come ho proceduto, vi elenco gli ingredienti:

Gr. 400 Biscotti frollini (Ma anche i biscotti secchi vanno bene)

Gr. 150 Margarina

Gr. 75 Zucchero a velo

Gr. 200 Formaggio fresco spalmabile

Gr. 100 Cioccolato bianco

Gr. 20 Nocciole in granella per guarnire

Ho iniziato facendo sciogliere la margarina. L’ho messa in un pentolino che ho messo sopra il fornello.

Ho preso i biscotti, li ho tritat nel mixer e li ho messi in una terrina.

Ho versato la margarina sciolta sopra i biscotti tritati, e con un cucchiaio di legno ho cominciato a mescolare per ottenere un composto omogeneo.

Ho versato 3/4 di tale composto dentro una tortiera apribile, con il fondo ed i bordi foderati con carta da forno. Per foderare i bordi ho usato la margarina.

Ho livellato con un cucchiaio la base del composto ottenuto con i biscotti e la margarina, facendola rialzare un pochino sui bordi. Ho messo tale composto in frigorifero ed ho proceduto con la preparazione della crema.

Per la crema ho preso il cioccolato bianco, l’ho diviso a pezzetti e messo in una terrina. Poi ho messo questa terrina sopra una pentola che conteneva un poco d’acqua ed era sul fornello.

Non avendo la zucchero a velo ho preso lo zucchero bianco e l’ho messo nel mixer, fino a renderlo “A velo”.

Una volta sciolto il cioccolato ho aggiunto lo zucchero a velo, mescolando con un cucchiaio di legno.

Ho proceduto con l’aggiunta del formaggio fresco, e per rendere la crema più omogenea ho preso le fruste elettriche ed ho lavorato l’impasto in modo tale da ottenere una crema omogenea ma compatta.

Ho ripreso la base dal frigorivero e vi ho versato sopra la crema, livellandola con un cucchiaio.

Ho preso la parte rimanente del composto biscotti/margarina e l’ho versata sopra aiutandomi con le mani in quanto dovevo ricoprire tutta la parte.

Infine ho aggiunto anche le nocciole in granella. Ho messo in frigorifero per 2 ore poi l’ho tolta e l’ho messa su di una tortiera.

Se desiderate vedere l’interno di questo docletto eccovi accontentati:

Che dire? oltre che buona è anche facile da fare, quindi vale la pena di coccolarsi il palato con queste leccornie. Ovviamente non bisogna esagerare, ma vi giuro che, qualche volta, vale davvero la pena di assaggiare questo dolcetto sfizioso e semplice da fare.

CREMA DELLA NONNA AL CIOCCOLATO BIANCO

Avete amici che vi vengono a trovare tra mezz’ora e non avete preparato nulla da offrire? Non agitatevi! Ve lo ricordate il mio ultimo post prima di questo? Vi inserisco il link in modo tale che lo potete rileggere:

https://rcavallaretto1.wordpress.com/2020/05/30/crema-della-nonna/

Prendendo spunto da questo articolo, ieri ho voluto sperimentare una nuova ricetta, e vi dico subito che è stata un vero successo. Oltretutto, per questa ricetta non ho fatto cuocere il latte, bensi ho acquistato un formaggio spalmabile tipo Philadelpia, ed ho fatto altre varianti: la base di biscotti non l’ho bagnata con il caffè, ma con l’Amaretto di Saronno, non ho dolcificato con lo zucchero bianco, ma con lo zucchero a velo.

Ma per spiegarvi meglio come ho preparato questa delizia vi elenco gli ingredienti:

Gr. 100 Cioccolato bianco

Gr. 200 Formaggio Philadelphia spalmabile o simili

1 Uovo

2 Cucchiai di zucchero a velo

1 Cucchiaio di farina

Q. B Amaretto di Saronno per la base, 2 cucchiai per la crema

Q.B. Biscotti (Io ho preso quelli al grano saraceno, vanno molto bene per la base)

Q.B. Granela di nocciole

Ho cominciato facendo sciogliere il cioccolato bianco, mettendolo in una terrina ed infine mettendo questa su di una pentola con dell’acqua. Ho messo tutto sul fuoco.

Poi ho preso una pirofila e vi ho messo i biscotti. Li ho bagnati con l’Amaretto di Saronno (Va bene comunque anche un altro liquore, basta che sia a base di mandorla).

Quando il cioccolato si è sciolto ho ripreso la terrina e vi ho aggiunto l’uovo.

Ho mescolato con un cucchiaio di legno affinchè tutto si assemblasse, poi ho aggiunto il formaggio Philadelphia.

Ho continuato a mescolare fino ad ottenere una crema omogenea. Ho aggiunto lo zucchero a velo.

Ho continuato a mescolare, e per ultimo ho aggiunto la farina e 2 cucchiai di A maretto di Saronno. Quest’ultimo procedimento va fatto per far si che la crema non risulti troppo liquida.

Ho versato la crema preparato sulla base di biscotti, ed infine ci ho aggiunto le nocciole in granella.

Ho messo in frigorifero, ed oggi, quando l’ho servita a fine pranzo, ho avuto la bella soddisfazione di sentirmi dire che è buonissima. Come potete vedere, rispetto alla classica crema della nonna, questa ricetta è più veloce da preparare; non bisogna far bollire il latte e non bisogna far cuocere la crema appena fatta. Quindi vi consiglio vivamente di prendere in considerazione questa ricetta se volete stupire i vostri ospiti ed avete poco tempo per preparare un dolcetto! Vedrete che apprezzeranno quello che gli offrirete!

CREMA DELLA NONNA

Avete poco tempo per preparare un dolcetto per stupire i vostri parenti/amici? Niente paura! Con questa ricetta Vi giuro che preparerete un dolce da leccarsi i baffi, e ci metterete meno di mezz’ora. Devo ringraziare Benedetta, l’autrice del blog “Fatto in casa da Benedetta” per questa ricetta; è una persona semplice ma molto in gamba, Vi consiglio di andare a vedere il suo blog ed i suoi video! Io naturalmente ho fatto qualche variante, soltanto per quanto riguarda la decorazione, per il resto ho seguito per filo e per segno il suo procedimento.

Anche questa ricetta è antica, nel senso che la preparavano le nostre nonne: Benedetta in un video ha spiegato che sua nonna, quando le sue amiche le improvvisavano una visita, lei apriva la credenza e preparava questa leccornia con gli ingredienti che aveva in casa: biscotti oppure fette di ciambellone, una base di caffè ed una crema semplice e veloce.

Per preparare questo dolce ci vogliono veramente pochi ingredienti:

Biscotti (Io ho preso quelli al grano saraceno, ma vanno bene anche quelli secchi)

Caffè

2 Uova

4 Cucchiai di zucchero

4 Cucchiai di farina

1/2 Litro di latte

Buccia di limone

Q.B. Granella di nocciole

Q.B. Cannella

Ho cominciato cimentandomi a preparare la base. Ho preparato il caffè e l’ho messo sul fuoco.

Ho preso una pentola, vi ho versato il latte con la buccia del limone e l’ho messa sul fuoco.

In una terrina rettangolare ho messo una base di biscotti al grano saraceno (Erano quelli che avevo, ma come vi ho detto vanno bene anche i biscotti secchi).

Ho versato il caffè caldo sulla base dei biscotti, aiutandomi con un cucchiaio per distribuirlo bene e per fare in modo che assorbisse.

Ho preso un’altra pentola, ho messo le uova rotte, ho aggiunto lo zucchero e con un cucchiaio di legno ho cominciato a mescolare.

Ho continuato a mescolare aggiungendo anche la farina.

Nel frattempo il latte ha cominciato a bollire, e quando stava uscendo dalla pentola ho spento il fornello ed ho tolto la buccia del limone. Ho aggiunto il latte al composto uova/zucchero/farina, ed ho continuato a mescolare in modo tale da non formare grumi.

Una volta che il composto è apparso liscio, l’ho messo sul fuoco, continuando a mescolare.

Ho continuato a mescolare fino a quando il composto non è apparso denso. A questo punto ho tolto la pentola dal fuoco ed ho versato il composto sulla base di biscotti.

Con un cucchiaio ho livellato la crema spalmandola sopra i biscotti, ho spolverato con la cannella ed infine ho aggiunto le nocciole in granella.

Ho messo in frigorifero e questa sera lo abbiamo assaggiato. Vi giuro che la bontà di questo dolcetto ha stupito tutti quanti! Proprio per questo motivo io mi sento di ringraziare Benedetta per avermi dato un’idea diversa dal solito, per preparare qualcosa di speciale.

GRAZIE BENEDETTA PER ESSERE LA MIA MUSA ISPIRATRICE SU TANTI PIATTI!

PLUMCKAKE AI FRUTTI CANDITI E LIMONCELLO

DSCN1523

In questo periodo qui in Italia c’è un problema sanitario veramente grosso; a causa del Coronavirus tutti noi ci siamo visti costretti a cambiare i nostri stili di vita, persino fare la spesa è diventato un problema! Personalmente io cerco di andare in momenti in cui si crede che non ci sia affollamento, ma vista la situazione e dal momento che io a casa ho anche due genitori da gestire (Non sono allettati, ma hanno comunque 90 anni), è diventato veramente difficile uscire presto di casa e pensare che si rientrerà tra 1 ora al massimo: ci vogliono minimo 2 ore.

Comunque, a parte questo, in questo periodo non ho perso la mia voglia di cucinare, e dal momento che in casa mi erano avanzate delle ciliegie candite (Sabato scorso ho fatto i crinkles al cioccolato bianco), ho cercato su internet una ricetta di un plumcake con i canditi: ho trovato quella del plumcake all’inglese, ma prevedeva anche l’aggiunta di uvetta e scorza di limone. Io ho personalizzato aggiungendo al posto di questi due ingredienti 2 cucchiai di limoncello, e vi giuro che è venuto divino. Per quanto riguarda la frutta candita io l’ho acquistata al supermercato in quanto, le ciliegie soltanto erano troppo poche.

Gli ingredienti sono i seguenti:

3 Uova

GR. 150 Margarina

Gr. 150 Zucchero

Gr. 100 Frutta candita (Vi consiglio di prendere la macedonia candita)

Gr. 30 Maizena (Se l’avete, altrimenti aggiungete la farina bianca)

Gr. 270 Farina bianca

1 Bustina Vanillina

1 Bustina Lievito per dolci

1/2 Bicchiere di latte freddo

2 Cucchiai di limoncello

Q.B. Zucchero a velo

Ho cominciato prendendo 2 terrine: in una vi ho messo i tuorli con 100 grammi di zucchero e la margarina; nell’altra gli albumi con lo zucchero restante. Ho lavorato con le fruste i contenuti delle due terrine, ottenendo nella prima una crema e nella seconda un composto tipo neve ferma.

DSCN1516

Ho versato il contenuto dei tuorli montati nella terrina degli albumi; ho mescolato con un cucchiaio di legno dal’alto verso il basso, in modo tale che il composto si assemblasse bene.

DSCN1517

Ho proseguito aggiungendo a cucchiaiate l’amido di mais, la farina e la vanillina, mescolando sempre dall’alto verso il basso.

DSCN1518

Prima di finire con gli ingredienti secchi ho aggiunto il limoncello.

DSCN1519

Una volta aggiunti gli ingredienti secchi, ho fatto sciogliere il lievito il mezzo bicchiere di latte freddo, l’ho mescolato con un cucchiaino e l’ho aggiunto all’impasto.

DSCN1520

Ho continuato a mescolare dall’alto in basso; per ultimo ho aggiunto la frutta candita.

DSCN1521

Ho mescolato affinché tutto si assemblasse, ho preso 2 terrine da plumcake fatte di alluminio, ho versato il composto cercando di non superare la metà dell’altezza delle terrine. Questo perché il dolce, lievitando si ingrossa e può fuoriuscire.

DSCN1522

Ho acceso il forno a 180°, e quando è stato caldo ho infornato per 30 minuti. Il risultato è stato il seguente:

DSCN1523

Ieri sera lo abbiamo assaggiato a fine pasto, e vi giuro che il connubio frutti canditi/limoncello è stato veramente indovinato. Vi do un consiglio: non appena sarà finita questa epidemia e si pota recarsi in casa di amici senza problemi, provate a fare questo dolce: vi sembrerà di essere in Inghilterra, a fare una merenda durante l’ora del thè!

 

ESTONIAN KRINGLE

DSCN1515

Ieri, vista la giornata un pochino lugubre qui in Lombardia (Brutto tempo ed inoltre conseguenze dovute alla paura del contagio “Coronavirus”), nel pomeriggio ho pensato bene di cimentarmi preparando questo dolcetto che è tipico dei Paesi del Nord Europa. Ho visto questa ricetta nel blog di Misya, e variando un pochino gli ingredienti, ho scoperto che è un dolcetto dal sapore delicato, non aggressivo. La cosa che bisogna fare bene è l’impasto; per la farcitura si può fare con diverse varianti (Crema pasticcera, cacao, frutta secca, ecc) secondo delle nazioni in cui tale dolce viene preparato. Personalmente io per la farcitura ho seguito la ricetta di Misya applicando delle varianti (Lei aveva messo la buccia ed il succo di 2 clementine, io ho messo la buccia ed il succo di un’ arancia), ma il risultato è stato veramente strepitoso.

Gli ingredienti sono i seguenti:

Per l’impasto:

Gr. 300 di farina bianca

Gr. 50 Zucchero

Ml. 120 Latte

1 Pizzico sale

1 Uovo

1 Cubetto lievito di birra (25 grammi)

Gr. 50 Margarina

1 Cucchiaino di miele

 

Per la farcitura:

Gr. 50 Margarina

Gr. 100 Farina di mandorle (Io ho preso quelle affettate poi le ho messe nel mixer con lo zucchero)

Gr. 50 Zucchero

1 Arancia

Per prima cosa ho preso un misurino, ho versato il latte, l’ho fatto scaldare. Poi ho aggiunto il lievito ed il miele. Con un cucchiaino ho mescolato tutto quanto.

DSCN1505

Ho preso una terrina, ho versato la farina, ho fatto un buco al centro ed ho aggiunto l’uovo, lo zucchero e la vanillina. Intorno ho messo la margarina a temperatura ambiente e divisa a pezzetti.

DSCN1506

Ho iniziato a mescolare con un cucchiaio di legno, poi ho continuato aggiungendo il composto di latte, lievito, il miele ed il sale.

DSCN1507

Ho continuato a mescolare affinché tutto si assemblasse, poi ho cominciato ad impastare con le mani, fino a quando ho ottenuto un composto omogeneo. Ho ricoperto tale composto nella ciotola con la pellicola trasparente, ed ho fatto lievitare per 40 minuti.

DSCN1508

A questo punto mi sono cimentata nella preparazione della farcitura: in un piatto ho messo la margarina divisa a pezzetti, la buccia d’arancia tritata, ed il succo di quest’ultima. Ho mescolato tutto con un cucchiaio.

DSCN1509

Ho messo nel mixer le mandorle e lo zucchero, ed ho azionato.

DSCN1510

A questo punto ho ripreso l’impasto ormai lievitato, e l’ho diviso in due parti uguali.

DSCN1511

Ho preso una parte l’ho stesa con il mattarello formando un rettangolo. Ho cosparso prima con la farcia ottenuta dalla margarina/arancio, poi ho aggiunto la farina di mandorle e lo zucchero.

DSCN1512

Ho arrotolato l’impasto per chiuderlo, poi con un tagliapasta ho inciso il rotola per tutta la lunghezza.

DSCN1513

Ho proceduto nel modo suindicato anche per il secondo panetto. Poi, senza far aprire i due rotoli per far si che i due strati non si separassero, ho intrecciato cercando di tenere il lato tagliato verso l’alto. Ho unito le due estremità formando una ciambella.

DSCN1514

Ho preso una tortiera, ho inserito tale ciambella su carta forno, ho infornato a forno caldo a 180° per 35 minuti. Il risultato? Eccolo:

DSCN1515

Che dire? E’ venuta bene ed inoltre il sapore è proprio ottimo! Questa ciambella è ottima anche per essere mangiata alla mattina come colazione, ha un sapore delicato ma che conquista tutti quanti, grandi e piccini.

 

 

 

TARTUFI AI BISCOTTI

Questi dolcetti sono perfetti per quando avete in casa il cioccolato bianco e non sapete come abbinarlo. Ovviamente io ho messo l’aggiunta dei biscotti tritati fini, ed è venuta una vera goduria per il palato. Oltretutto gli ingredienti sono molto semplici, e non necessitano di una tempistica lunga per ottenerli.

Gli ingredienti sono questi:

Gr. 100 Cioccolato bianco

Gr. 100 Biscotti (Io ho usato le “Montagnole” della Cabrioni, ma vanno benissimo anche altri tipi di frollini

Gr. 50 Margarina

Gr. 60 Zucchero (Io ho usato quello bianco, ma a mio avviso se avete quello di canna è meglio)

1 Cucchiaio Limoncello

Q.B. Zucchero a velo

Ho cominciato facendo sciogliere il cioccolato bianco con la margarina.

Poi ho preso i biscotti e li ho ridotti in farina.

Una volta sciolti cioccolato e margarina ho aggiunto lo zucchero, e poi ho cominciato ad aggiungere la farina di biscotti a cucchiaiate, mescolando con un cucchiaio di legno.

A metà lavoro ho aggiunto anche il Limoncello, poi ho proseguito aggiungendo la rimanente farina di biscotti e continuando a mescolare. Alla fine il composto è risultato così:

Ho cominciato a formare delle palline poco più grandi di una noce, ed o proseguito fino ad esaurimento del composto. Ho preso lo zucchero a velo, l’ho messo sopra una spianatoia ed ho fatto “rotolare” le palline. Alla fine il risultato è stato questo:

Ho messo in frigorifero a solidificare per un’ora. Quando le ho tolte le abbiamo assaggiate e vi giuro che sono buonissime! E’ proprio vero che, molto spesso, le cose semplici sono le migliori!

TARTUFI ALLE MANDORLE

Da qualche settimana avevo in frigorifero una confezione già aperta di granella di mandorle: dal momento che, in questi tempi, sto facendo ben poche ricette dolci, sia perchè accendere il forno con questo caldo è una cosa micidiale, sia perchè i miei genitori non possono mangiare troppe cose dolci, mi sono limitata un pochino nel preparare tali ricette. Però, oggi pomeriggio ho voluto cimentarmi a preparare questi dolcetti che vi giuro sono una squisitezza.

L’idea mi è venuta guardando una ricetta precedente, che era intitolata “I miei tartufi bianchi e neri”. Il link lo trovate qui:

https://rcavallaretto1.wordpress.com/2017/06/10/i-miei-tartufi-bianchi-e-neri/

Bene, prendendo spunto dalle preparazione del link suddetto ed aggiungendo qualche ingrediente ho fatto queste leccornie che coccolano il palato.

Ma venendo al dunque gli ingredienti sono questi:

Gr. 100 cioccolato fondente

Gr. 150 Granella di mandorle

Gr. 70 Margarina

Gr. 70 Zucchero

2 Cucchiai Amaretto di Saronno o altro liquore a base di mandorla

2 Cucchiai di maizena (Se non l’avete aggiungete pure la fecola di patate)

2 Cucchiaini di cannella per l’impasto

Q.B. Cannella per la decorazione.

Per prima cosa ho fatto sciogliere il cioccolato con la margarina, mettendolo in una terrina e poi sovrapponendola ad una pentola con un pochino d’acqua sul fuoco.

Una volta sciolto ho aggiunto lo zucchero, mescolando con un cucchiaio di legno.

Ho continuato aggiungendo poco per volta la granella di mandorle.

Prima di mettere tutte le mandorle ho aggiunto l’Amaretto di Saronno, sempre mescolando.

Dopo aver messo le mandorle ho aggiunto la maizena e la cannella, sempre mescolando con un cucchiaio di legno.

A questo punto ho preso un piatto piccolo e vi ho messo la cannella. Ho cominciato a formare delle palline con il composto ottenuto e le ho “Arrotolate” nel piatto di cannella, in modo tale che prendessero tale spezia in tutte le loro parti.

Dopo averle preparate tutte le ho messe su di un piatto, ed ho messo tale piatto in frigorifero per un’ora, per solidificare. Il risultato? Eccolo:

Ne ho assaggiato uno e vi giuro che è divino. Questi dolcetti sono ottimi da servire per un incontro tra amici, oppure per un compleanno dei Vostri pargoli; Con questi semplici dolcetti li stupirete!

SEMIFREDDO AL CIOCCOLATO FONDENTE, MANDORLE ED AMARETTO DI SARONNO

 

DSCN1244.JPG

Vi ricordate il semifreddo che ho postato settimana scorsa? Era con il cioccolato bianco, cocco e limoncello, ed era una vera goduria per il palato! Oggi, avendo il cioccolato fondente e le mandorle in granella, ho pensato di preparare qualcosa di simile, ma con ingredienti diversi: in pratica ho proceduto nella preparazione alla stessa maniera di settimana scorsa, ma gli ingredienti che ho messo sono differenti.

Gli ingredienti sono i seguenti:

Gr. 200 panna da montare

Gr. 200 Formaggio fresco spalmabile

Gr. 100 Zucchero

Gr. 100 Cioccolato fondente

Gr. 100 Mandorle in granella

1/3 Bicchiere con Amaretto di Saronno (O altro liquore alla mandorla)

1 Cucchiaio di Nesquik (Ma se avete il  cacao meglio)

Q.B. Mandorle affettate

Per prima cosa ho sciolto il cioccolato fondente mettendolo in una terrina e ponendo questa sopra una pentola con un po’ d’acqua. Ho messo tutto su di un fornello.

DSCN1232

Nel frattempo mi sono dedicata alla preparazione della crema: in un’altra terrina ho messo la panna da montare e l’ho montata con le fruste. Quando è risultata pronta ho aggiunto il formaggio spalmabile, ed a poco a poco lo zucchero.

DSCN1233

Ho lavorato ancora con le fruste fino q quando il composto non è risultato denso: a questo punto ho aggiunto l’Amaretto di Saronno nel bicchiere.

DSCN1234.JPG

Ho continuato a miscelare con le fruste: ho poi aggiunto la granella di mandorle.

DSCN1235.JPG

Ho ripreso a mescolare con un cucchiaio di legno: ho aggiunto il cioccolato sciolto freddo.

DSCN1236.JPG

Ho continuato a mescolare con il cucchiaio di legno, ed infine ho aggiunto il Nesquik.

DSCN1237.JPG

Ho preso una forma di plum cake di media grandezza, l’ho foderata con carta trasparente ed ho versato metà del composto preparato.

DSCN1238.JPG

Poi ho preparato una bagna con Amaretto di Saronno ed acqua. Ho preso i biscotti, li ho spezzati e bagnati in questa soluzione. Poi li ho messi sopra la crema versata.

DSCN1239.JPG

DSCN1240.JPG

Ho versato la restante crema sopra i biscotti, e per fare la base ho preso altri biscotti senza spezzarli, li ho passati nella bagna e poi li ho disposti nel seguente modo:

DSCN1241.JPG

Ho preso dell’altra carta trasparente, ho coperto ed ho messo in freezer per 3 ore e mezza. Questa sera, quando l’ho tolto dal freezer, ho preso una base rettangolare ed ho tolto lo stampo da plum cake rovesciandolo su tale base. Ho preso le mandorle affettate e le ho disposte sopra e sui lati di tale dolce.

DSCN1243

A vederlo cosi sembra un Buondì, ma vi giuro che è un semifreddo buonissimo! L’interno? Eccolo:

DSCN1244

Non vi immaginate che tripudio di sapori! Mia madre ha detto subito che è ottimo, ed oltretutto è anche più leggero senza mascarpone. Vi consiglio di prepararlo qualche giorno prima se volete fare una merenda tra amici od una festicciola per i Vostri pargoli; vedrete che saranno contentissimi di questa delizia per il palato!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SEMIFREDDO AL CIOCCOLATO BIANCO, COCCO E LIMONCELLO

DSCN1231.JPG

Un’idea per un dolcetto estivo? Ame è venuta guardando il blog “Fatto in casa di Benedetta”, ed anche il suo filmato su YouTube! Lei aveva fatto il semifreddo al caffè, io invece ho optato per questo buonissimo dolcetto, variando anche i quantitativi e gli ingredienti. Devo proprio dirlo, c’è molto da imparare da lei, è una persona straordinaria, ha parecchi spunti ed idee, e dalle sue idee si possono ricavare dei piatti buonissimi.

Questa ricetta mi è stata ispirata in quanto avevo del cioccolato bianco e del cocco, e quindi mi sono detta: perché non provare a sorprendersi, facendo qualcosa di nuovo ma seguendo il procedimento del semifreddo al caffè di Benedetta? Devo proprio dire che il risultato è stato strepitoso!

Gli ingredienti sono i seguenti:

Gr. 200 Panna da montare

Gr. 250 Mascarpone ( Ma se volete lo potete sostituire con un formaggio più leggero, tipo Philadelphia)

Gr. 100 Zucchero

Gr. 100 Cioccolato bianco

1/3 Bicchiere di limoncello

Gr. 125 Cocco grattugiato

Q.B. Biscotti tipo gallette

 

Per la bagna:

Q.B. Limoncello + Acqua.

Ho cominciato mettendo sul fuoco una pentola con sopra una terrina contenente il cioccolato bianco spezzettato, in modo tale da farlo sciogliere.

DSCN1220.JPG

Nel frattempo ho preso un’altra terrina, ho versato la panna da montare e l’ho montata con le fruste elettriche.

DSCN1221.JPG

Quando la panna è risultata montata, ho aggiunto il mascarpone.

DSCN1222.JPG

Poi ho aggiunto lo zucchero, ed in seguito il limoncello. Per vedere la quantità di tale liquore ho scattato una fotografia.

DSCN1223.JPG

DSCN1224.JPG

Quando il cioccolato è risultato sciolto, ho aggiunto al composto, sempre mescolando con le fruste elettriche.

DSCN1225.JPG

Quando il composto è risultato denso, ho aggiunto il cocco grattugiato ed a questo punto ho preso un cucchiaio di legno per mescolare.

DSCN1226.JPG

Ho preso uno stampo da plumcake, l’ho rivestito internamente con la carta trasparente e vi ho versato metà di tale composto.

DSCN1227.JPG

Ho preso una ciotola ho versato metà limoncello e metà acqua.

DSCN1228.JPG

Ho preso i biscotti secchi, li ho spezzettati e bagnati con la soluzione di cui sopra, e poi li ho messi all’interno dello stampo. Ho versato il restante composto, ho preso di nuovo i biscotti, li ho lasciati interi passandoli nella bagna e poi inserendoli sopra la crema. Questo per fare la base del semifreddo. In pratica ho agito in questo modo:

DSCN1229.JPG

Una volta formata la base, ho coperto con carta trasparente ed ho messo in freezer per 3 ore. Passato tale tempo l’ho tolto dal freezer, ho preso una base rettangolare e l’ho tolto dallo stampo di plumcake, rovesciandolo su tale base. Come decorazione ci ho messo ancora del cocco grattugiato sopra e sui bordi di tale dolce.

DSCN1230.JPG

Già solo a guardarlo fa venire l’acquolina in bocca, ma volete vedere l’interno? Eccolo:

DSCN1231

Questa sera l’abbiamo assaggiato, e vi giuro che è stato un successo! Soprattutto a mia madre è piaciuto tantissimo! Anche per questa ricetta io mi sento di ringraziare Benedetta:

Grazie cara Benedetta, sei un angelo che viene dal cielo!

Vi consiglio vivamente di andare a vedere il suo blog ed i suoi filmati su YouTube, è una persona meravigliosa!