FINOCCHI GRATINATI AL FORNO

Ieri, al supermercato, ho visto che c’erano i finocchi con un bell’aspetto. Di solito questo tipo di verdura non è molto gradita a casa mia, ma vedendo una ricetta che la blogger Benedetta ha preparato con i finocchi mi è venuta l’acquolina in bocca! Come avrete ben capito sto parlando della persona che, per me, è la mia musa ispiratrice per tante ricette in cucina, il suo blog si chiama “fattoincasadabenedetta.it”, ed è veramente ricco di ricette facili, veloci ma anche più complicate; come ho descritto nei precedenti articoli c’è molto da imparare da lei.

Per questo piatto mi sono ispirata ad una sua ricetta, portando delle varianti; io ho lessato il finocchio per 5 minuti in acqua salata bollente, lei invece l’ha gratinato a crudo. Anche per la gratinatura ho portato varianti: oltre al pane grattugiato, alle erbe tritate ed al sale io ci ho messo anche 2 cucchiai di grana grattugiato ed un filo d’olio per compattarlo.

Ma venendo al dunque gli ingredienti sono i seguenti:

  • 1 Finocchio di media grandezza
  • 4 Cucchiai di pane grattugiato
  • 2 Cucchiai di formaggio grana grattugiato
  • Q.B. di erbe aromatiche (Io ho messo la maggiorana)
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Olio extravergine di oliva

Per prima cosa ho preso il finocchio, ho tolto le parti superflue, l’ho lavato e tagliato a fettine.

Poi ho preso una pentola, vi ho messo l’acqua ed una manciata di sale grosso. L’ho messa sul fuoco e quando l’acqua bolliva ho aggiunto il finocchio tritato, facendolo lessare per 5 minuti.

Nel frattempo ho preso u piatto, ci ho messo il pane ed il formaggio grattugiati, il sale, la maggiorana. Ho mescolato con un cucchiaio ed infine ho aggiunto l’olio d’oliva, ed ho rimescolato affinché tutto si assemblasse.

Ho spento il fuoco, ho scolato il finocchio e l’ho messo su di un piatto. Poi l’ho passato nella gratinatura preparata, aiutandomi con un cucchiaio per impanarlo.

Ho preso una teglia, l’ho ricoperta con carta da forno e vi ho messo il finocchio appena preparato.

Ho acceso il forno a 180°, e quando è stato ben caldo ho infornato per mezz’ora. Il risultato è stato il seguente:

Vi giuro, che ieri sera, quando l’ho assaggiato sono rimasta soddisfatta di quello che ho preparato. Anche i miei familiari sono rimasti entusiasti per quello che avevo preparato. Potrebbe essere un buon suggerimento per far mangiare le verdure ai vostri pargoli (Naturalmente parlo del finocchio); con questa gratinatura vedrete che apprezzeranno moltissimo.

RISO DI CAVOLFIORE

Questo piatto l’ho preparato su suggerimento di una mia amica blogger; si tratta di Benedetta Rossi, la persona che io seguo molto volentieri in quanto ritengo che da lei ci sia da imparare molto, ed inoltre è una persona dal carattere solare. Lo so, nei miei articoli ho parlato molto di lei, ma credetemi, vale la pena di seguirla!

Guardando un video che lei aveva fatto ho preso spunto per preparare questa ricetta: avevo mezzo cavolfiore in frigorifero, dal momento che questo tipo di verdura piace soltanto a me ho pensato di cucinarla in modo differente dal solito. Generalmente io la preparo tagliandola a pezzetti dopo aver tolto le parti dure e cucinandola in umido, ma stavolta ho seguito il suo suggerimento; nel senso che ho tolto le parti dure, ho tagliato il cavolfiore a dadini, l’ho messo nel mixer ed ho macinato rendendolo fine. Inoltre lei aveva messo qualche ingrediente diverso dal mio: Lei aveva aggiunto la carota tritata, il sale, il pepe e la curcuma, io invece ho optato per una versione più light, aggiungendo solo la maggiorana come erba.

Ma vediamo gli ingredienti di questa ricetta, per 1 persona sono i seguenti:

  • 1/2 Cavolfiore di medie dimensioni (Oppure1cavolfiore piccolo);
  • 1/4 Cipolla rossa
  • Q.B. Olio di oliva per soffriggere
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Maggiorana macinata

Per prima cosa ho preso il cavolfiore e l’ho messo su di un tagliere.

Ho tolto le parti centrali che sono quelle dure, l’ho sminuzzato a dadini, l’ho messo nel mixer (A piccole quantità altrimenti si inceppava), e l’ho tritato tutto rendendolo fine.

Ho proseguito prendendo una pentola e versandoci l’olio d’oliva. Ho preso la cipolla, l’ho pelata e tritata, l’ho versata nella pentola. Ho messo la pentola sul fuoco per far soffriggere.

Quando la cipolla è risultata dorata ho versato il cavolfiore tritato. Ho aggiunto il sale.

Ho fatto cuocere per qualche minuto mescolando con un cucchiaio di legno ed aggiungendo un pochino d’acqua se si asciugava; ho aggiunto la maggiorana tritata.

Ho continuato a far cuocere mescolando per 2 minuti poi ho spento ed ho versato in un piatto.

L’ho assaggiato e vi giuro che è buonissimo. Ancora una volta mi sento di ringraziare Benedetta con tutto il cuore, e quindi vorrei finire con questa frase scritta a caratteri cubitali:

GRAZIE BENEDETTA

ZUCCHINE STICK

Oggi ho deciso di cucinare le zucchine in modo diverso dal solito: generalmente le cucino in umido a rondelle, ma dal momento che ho deciso di cambiare ho spulciato sul blog di Benedetta ed ho trovato questa ricettina semplice ma fantastica. Basta avere un pochino di creatività in cucina ed ogni piatto diventa una prelibatezza, anche se cucinato con pochi ingredienti ed in modo semplice!

Per preparare le zucchine in questo modo gli ingredienti sono i seguenti:

  • 2 Zucchine di media grandezza
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Pane grattugiato
  • Q.B. Rosmarino tritato (O comunque, se avete il composto di erbe per arrosti va bene)
  • Q.B. Olio di oliva per irrorare

Ho cominciato prendendo le zucchine, lavandole, togliendo loro la parte superiore ed inferiore. A questo punto le ho tagliate a metà dal lato della lunghezza, poi le ho tagliate ancora a metà; per capirci, una zucchina l’ho tagliata in 4 parti dal lato lungo, formando dei bastoncini. Dal momento che tali bastoncini risultavano un pochino lunghi, li ho tagliati a metà dal lato rotondo. Ho proceduto salando tali bastoncini.

Ho preso un piatto, vi ho messo 2 cucchiai di pangrattato, ed ho passato nel pangrattato ogni bastoncino, per inumidirli bene.

Ho preso una teglia rettangolare di alluminio, ho messo all’interno la carta da forno, ed ho versato i bastoncini.

Ho preso il rosmarino, l’ho lavato e tritato, e poi l’ho versato sopra le zucchine. Poi ho preso il formaggio grattugiato e ne ho messo 1 cucchiaio e 1/2 sempre sopra le zucchine. Per fare in modo che non si essiccassero durante la cottura, le ho irrorate con l’olio d’oliva.

Questa sera, prima di cena, le ho infornate a 180° per 40 minuti. Il risultato è stato il seguente:

Vi dico subito che questo contorno, oltre che semplice è di una bontà divina! Anzi, vi dò un consiglio: se i vostri pargoli a volte fanno i capricci perché non vogliono mangiare le verdure, provate a preparare questo contorno: sono sicura che, anche i bambini cambieranno idea, e vi pregheranno di prepararle di nuovo!

POLPETTONE AL FORNO CON PATATE

Questa settimana al supermercato ho acquistato la carne di bovino e la salsiccia, ma al posto di fare le polpette, guardando su internet, ho deciso di fare il polpettone al forno. Nella ricetta di Benedetta, come farcitura c’erano gli spinaci e le uova sode, ma io ho optato per qualcosa di più semplice, farcendolo con della mortadella.

Devo dire che, per essere la prima volta che cucino questo piatto mi sono trovata soddisfatta! E’ venuto buonissimo pur se semplice, anche ai miei familiari è piaciuto tanto. Ho scoperto che si può mangiare sia caldo che freddo, ma io sinceramente lo preferisco caldo. Inoltre è anche versatile come ricetta: si può farcire con salumi, verdure, uova, ecc.

Gli ingredienti per questa ricetta sono i seguenti:

  • Gr. 400 Carne trita di suino
  • Gr. 200 Salsiccia di suino
  • 1 Spicchio d’aglio
  • 1 Cucchiaio prezzemolo
  • 1 Uovo
  • Q.B Sale
  • 3 Cucchiai di pane grattugiato
  • 4 Fette di mortadella
  • 3 Patate di media dimensione
  • Q.B. Olio d’oliva
  • Q.B. Rosmarino tritato

Ho iniziato mettendo in una terrina la carne trita e la salsiccia, aggiungendo il prezzemolo, l’aglio tritato ed il sale.

Ho mescolato tutto con una forchetta, poi ho proceduto aggiungendo l’uovo ed il pane grattugiato.

Ho continuato a mescolare affinché tutto si assemblasse, poi ho preso due fogli rettangolari di carta da forno. Ho versato il composto su uno di questi, dandole la forma di un rettangolo (Anche se gli angoli non sono ben definiti non importa.

L’altro foglio l’ho appoggiato sopra, e con il mattarello ho “Steso” l’impasto. L’ho farcito con la mortadella.

Per arrotolare l’impasto mi sono aiutata con la carta da forno; una volta arrotolato l’ho chiuso ai bordi. Ho preso una padella rettangolare è l’ho unta d’olio d’oliva alla base. Per mettervi il rotolo ho tagliato la carta da forno per il lato lungo, in modo tale da non dover staccare il polpettone.

Ho preso le patate, le ho sbucciate, lavate e tagliate a piccoli pezzetti. le ho versate nel tegame insieme al polpettone. Ho salato, ho preso il rosmarino, l’ho lavato, tritato, ed aggiunto nel tegame insieme al resto degli ingredienti. Prima di infornare ho dato una passata di olio d’oliva sul polpettone con un pennnello da cucina.

Ho acceso il forno, e quando è stato ben caldo (La temperatura deve essere di 180-200°), ho infornato per 45 minuti. Il risultato a pranzo è stato il seguente:

Quando l’ho assaggiato per me è stato un tripudio di sapori con un bel connubio! Naturalmente ci sono delle varianti (Ad esempio in una ricetta vista sul web c’era la pancetta coppata sopra il polpettone, per fare in modo che la parte superiore non si seccasse; io invece per evitare questo inghippo l’ho spennellato con l’olio), ma ho preferito optare per la semplicità, e mi sono trovata soddisfatta. Il contorno di patate al forno poi è stato veramente l’ideale, è stato un vero successo!

SPEZZATINO DI POLLO AI FUNGHI PORCINI

Questa settimana ho acquistato al supermercato una confezione di mini filetti di pollo. A dir la verita pensavo di preparare l’insalata di pollo, ma visto che il tempo non è molto caldo (Ci sono stati 3 giorni di pioggia e di umido), ho optato per questa ricetta che ho visto su internet. Io ho fatto delle varianti, perchè nella ricetta originale la carne veniva sfumata con il vino bianco, le spezie erano il timo ed il pepe; al posto del vino bianco ho preparato il brodo classico, ed ho sfumato il pollo con questo ed un pochino di acqua dei funghi porcini, ed ho sostituito il timo con il basilico.

Per preparare questa ricetta gli ingredienti sono i seguenti:

  • 1/2 Tazza di funghi porcini;
  • 1 Cipolla rossa
  • Gr. 350 Mini filetti di pollo;
  • 1 Pentolino d’acqua + 1 dado Star classico (Per il brodo)
  • Q.B. Farina per impanare
  • 2 Cucchiai panna da cucina
  • 4-5 Foglie di basilico
  • Q.B. Olio extravergine di oliva per soffriggere
  • 2 Cucchiai panna da cucina

Ho cominciato mettendo i funghi in una tazza ed aggiungendo acqua tiepida (L’ho fatto questo pomeriggio, affinchè si ammorbidissero).

Ho preso i filetti di pollo e li ho disposti su di un tagliere.

Li ho tagliati a pezzettini e poi li ho passati nella farina.

Li ho lasciati un pà nella farina affinchè questa venisse assorbita da loro. Nel frattempo ho tritato la cipolla e l’ho versata in una casseruola con l’olio d’oliva. Ho messo sul fuoco per soffriggere la cipolla.

Quando è risultata cotta ho aggiunto i filetti di pollo tagliati ed impanati. Li ho fatti rosolare da tutte le parti, rivoltandoli con un cucchiaio di legno.

Ho proseguito aggiungendo il brodo ed un pochino di acqua dei funghi. In seguito ho aggiunto il basilico a pezzetti.

Ho fatto cuocere per 15 minuti affinchè tutto si rapprendesse, ho aggiunto la panna da cucina.

Ho fatto cuocere altri 5 minuti poi ho spento. Il risultato è stato questo quando ho impiattato:

Solo a vederlo fa venire l’acquolina in bocca! Io naturalmente, per non fare tardi, l’avevo fatto cuocere ieri sera, ma vi giuro che è buonissimo! Inoltre, proprio perchè si tratta di una carne bianca, non necessita di tempi lunghi di cottura, come un normale spezzatino di manzo; in pratica in mezz’ora o poco più è cotto.

Se avete dei bimbi piccoli provate a cucinare questo piatto per loro: ne saranno veramente contenti!

INSALATA DI PATATE E FAGIOLINI

Oggi vi presento un contorno che, in questa stagione estiva, a casa mia è molto apprezzato. Ho atteso un pò prima di pubblicare questa ricettina in quanto ho avuto problemi in famiglia; mio padre non è stato molto bene e quindi ho dovuto sospendere di scrivere sul mio blog. Ora, fortunatamente è tutto passato, deve solo prendere alcune medicine e fare dei controlli.

Ma venendo al dunque, questo contorno è molto gradito nella stagione estiva. L’unico lato negativo? Bisogna lessare le verdure, e quando in estate si è ai fornelli non è sempre piacevole, proprio per il caldo. A parte questo, una volta lessate le verdure, si fa presto a prepararlo.

Gli ingredienti per 1 o 2 persone sono i seguenti:

  • 2 Patate non molto grandi
  • 1 Piatto fagiolini lavati agliati a metà
  • 1 Spicchio d’aglio
  • 1 Presa di sale grosso da mettere nell’acqua di cottura
  • Q.B. Sale

Pre prima cosa ho preso le patate, le ho pelate e lavate. Poi le ho immerse in una pentola con il sale grosso.

Ho preso i fagiolini, ho tolto loro le estremità, li ho tagliati a metà. Li ho messi in un piatto.

Ho passato i fagiolini sott’acqua e poi li ho messi nella pentola con le patate ed il sale grosso. Ho messo tale pentola sul fuoco.

Mentre tali verdure bollivano ho tritato l’aglio.

Quando le verdure sono risoltate cotte al dente (Circa 40 minuti), le ho scolate, poi ho preso le patate e le ho tagliate in tanti pezzettini.

Ho preso una ciotola di terracotta, vi ho versato le verdure cotte, ho aggiunto l’aglio tritato ed il sale.

Questa sera, a cena, ci metto un filo d’olio per condire, poi mescolo tutto con una forchetta. Se ci sarà bisogno ci metterò un pochino di sale, ma già quando ho assaggiato questo pomeriggio aveva già un gusto divino! E’ un’insalata estiva, anche se ci vuole del tempo per far bollire le verdure, ma il gusto è unico.

SBRICIOLATA DI PATATE SALSICCIA E FORMAGGIO PROVOLONE

Questa settimana, al supermercato ho acquistato una buona quantita di salsiccia; avevo in mente di preparare questo bel piattino la settimana scorsa, ma ho avuto alcuni problemi in famiglia e quindi ho rimandato tutto a questa settimana.

Questa ricetta l’ho vista sul blog di Benedetta Rossi, la food blogger di cui vi ho parlato in precedenza: ha anche pubblicato questo piatto su Youtube, e vi giuro che dopo aver seguito tutti gli ingredienti e la preparazione mi sono subito detta: la devo fare! Ed infatti eccomi qui a scrivere sul mio blog questa ricetta e le fasi della preparazione. Io però ho fatto qualche variante (Lei ci aveva messo la mozzarella per pizza, io ho preferito il formaggio provolone; inoltre nell’impasto lei aveva messo la noce moscata, io la salvia liofilizzata, ed anche le quantità degli altri ingredienti l’ho un pochino cambiata)

Gli ingredienti sono i seguenti:

  • Gr. 500 Patate
  • Gr. 150 Farina bianca
  • 1 Uovo
  • Q.B. Sale
  • 1 Pizzico salvia liofilizzata
  • Gr. 40 Formaggio grana grattugiato
  • Q.B. Pangrattato
  • Gr. 170 Salsiccia
  • Gr. 100 Provolone a dadini
  • Q.B. Olio d’oliva per soffriggere

Per prima cosa ho messo le patate in una pentola, vi ho aggiunto l’acqua, e le ho messe sopra il fornello a lessare.

Poi ho preso la salsiccia, le ho tolto la pelle, ho preso una casseruola con dell’olio di oliva, vi ho aggiunto la salsiccia sbriciolata; ho portato la casseruala suo fuoco per far soffriggere la salsiccia. Mentre soffriggeva ho aggiunto un pizzico di sale.

Ho preso il provolone, l’ho tagliato a dadini e l’ho messo in un contenitore.

Quando le patate sono risultate lessate le ho tolte dal fuoco, le ho sbucciate, e con uno schiacciapatate le ho setacciate dentro una terrina. Ho aggiunto un pò di sale de il grana grattugiato, sempre mescolando con una forchetta.

Ho proceduto aggiungendo la salvia e l’uovo.

Per ultimo ho messo la farina.

Ho preso una tortiera, l’ho foderata tutta con carta da forno ed ho iniziato a mettere l’impasto appena preparato prendendo tra le mani qualche fiocchetto per volta e compattandolo bene sul fondo. Ho messo metà impasto, poi ho aggiunto la salsiccia e il provolone.

Con l’altra metà dell’impasto ho ricoperto tutto, distribuendo dei piccoli pezzettini per volta in modo tale da coprire tutta la superficie. Per ultimo ho acciunto un pizzico di pane grattugiato.

Infine ho acceso il forno, e quando ha raggiunto la temperatura di 200 gradi ho infornato e fatto cuocere per 35 minuti. Il risultato è stato il seguente:

Volete vedere l’interno? Eccovi accontentati:

Per questo piatto mi sento di dire un grosso

GRAZIE BENEDETTA

GRAZE BENEDETTA

PARMIGIANA BIANCA DI ZUCCHINE

Questa settimana al supermercato ho acquistato le zucchine. Dal momento che non avevo nessuna intenzione di cucinarle sempre in umido, ho guardato su internet, ed ho visto una ricetta che mi ha veramente colpita: le zucchinealla parmigiana bianca. Sono semplici da fare, ma di una bontà senza eguali! Ne ho preparato una teglia piccola per me sola (I miei l’hanno voluta assaggiare, ed hanno ammesso che si sono persi una vera squisitezza).

Gli ingredienti per 3 persone sono i seguenti:

  • Gr. 500 Zucchine piccole;
  • Gr. 100 Prosciutto cotto;
  • Gr. 300 Formaggio filante tipo Galbanino;
  • Q.B. Olio d’oliva;
  • 3-4 Cucchiai grana grattugiato;
  • Q.B. Salvia liofilizzata;
  • Q.B. Sale.

Ho cominciato prendendo una teglia piccola (Naturlamente le dosi per 1 persona sono cambiate), e l’ho unta di olio

Poi ho preso le zucchine, le ho lavate, ho tagliato le parti in eccesso (Capo e coda), ed ho iniziato ad affettarle con una mandolina. Una volta affettate ho cominciato a stendere un primo strato di zucchine nella teglia.

Le ho salate, ho aggiunto una fetta e mezza di prosciutto cotto divisa in piccole parti, il formaggio filante tagliato a dadini, ed un pochino di grana grattugiato.

Ho continuato in questo modo fino a comporre 3 strati di zucchine, prosciutto e formaggio. L’ultimo strato l’ho chiuso mettendoci sopra le zucchine una manciata di formaggio filante a dadini ed il grana grattugiato.

Ho acceso il forno, e quando è risultato ben caldo ho infornato per 20 minuti.

Non potete immaginare le bontà e la semplicità di questo piatto! Vi dico soltanto che ieri sera è finito in un battibaleno (Dopo che i miei lo avevano assaggiato).

Vi do un consiglio: nel caso le zucchine risultassero un pò troppo acquose provate prima a passarle nel pane grattugiato. Vi dico questo perchè per esperienza so che la zucchina tende ad avere molta acqua, e quando viene cotta tale liquido viene rilasciato; non è stato il mio caso, ma comunque è un fattore da tener presente. Inoltre, a mio avviso, passandole prima nel pangrattato diventano anche più croccanti.

LA TRIPPA DI CASA MIA

Con l’inizio della stagione autunnale questo piatto in casa mia non può mancare. E’ un piatto tipico delle regioni Lombardia e Veneto, ed è veramente buonissimo. Molto spesso io tendo sempre a cercare piatti un pochino diversi dalla tradizione lombarda, ma non perchè non ami l’arte culinaria della Lombardia, ma perché sono dell’idea che la tradizione non deve radicalizzare le persone: ci vuole l’incontro di diverse culture culinarie, ed il rinnovo della tradizione a mio avviso è giusto che avvenga.

Per la preparazione di questo piatto gli ingredienti sono i seguenti:

  • Gr. 500 circa di trippa tagliata
  • 1 Cipolla rossa grande
  • 4/5 Gambi di sedano
  • 1+ 1/2 Dadi
  • Q.B Olio extravergine d’oliva per soffriggere
  • Gr. 100 Fagioli borlotti
  • Q.B. Concentrato di pomodoro
  • Q.B. Vino per sfumare

Ho iniziato prendendo la cipolla, l’ho pelata, divisa in 4 parti e poi tritata.

Una volta tritata, ho preso una pentola, vi ho messo l’olio d’oliva ed il trito di cipolla, ho acceso il fornello e l’ho messa a soffriggere.

Ho continuato la preparazione prendendo il sedano, lavandolo e tagliandolo a dadini.

Ho versato il sedano nella pentola con la cipolla, ed ho continuato a far soffriggere.

A questo punto ho preso la trippa , l’ho tagliata a pezzetti piccoli (Era già tagliata ma a pezzi un pochino grossi), l’ho versata nella pentola, ci ho aggiunto i dadi, il concentrato di pomodoro ed il vino per sfumare.

Ho abbassato la fiamma e fatto cuocere per 1 ora e 30 minuti. Poco prima di finire la cottura ho aggiunto i fagioli (Esattamente 15 minuti prima).

Finita la cottura ho spento i fornelli ed ho impiattato. Una volta impiattata la trippa, ho messo sopra del formaggio grana grattugiato, perchè ne esalta il sapore. Comunque il risultato finale è stato il seguente:

Non vi fa venire l’acquolina in bocca? Inoltre è indicato per questa stagione! Vi do un consiglio: se dovete cucinare questo piatto preparatelo il giorno prima, perchè è uno di quei secondi/contorni che, se fatti il giorno antecedente il loro sapore diventa migliore.

PEPERONATA AL BASILICO

I questa stagione i peperoni vanno a ruba. Dal momento che in casa mia piace molto la peperonata, ho pensato di prepararla con l’aggiunta del basilico. Vi dico subito che la mia trovata è stata indovinata, questo contorno aveva un gusto davvero unico,una vera delizia per il palato.

Gli ingredienti sono i seguenti:

Q.B. Burro

1 + 1/2 Cipolla rossa

1 Peperone verde + 1 peperone giallo

2 Pomodori a grappolo

1 Dado

10 Foglie basilico

Ho iniziato prendendo una pentola e mettendoci il burro. Ho portato tutto sul fuoco.

Intanto che si scioglieva il burro ho preso la cipolla, l’ho tagliata a fettine e po l’ho tritata finemente. Quando il burro è risultato sciolto l’ho aggiunta.

A questo punto ho preso i peperoni. li ho tagliati a metà togliendo loro i semi, li ho lavati e poi li ho tagliati prima per il lungo riducendoli a 4 parti, poi a fettine sottili. Quando ho finito ho messo tutto in una terrina.

Quando il soffritto è risultato pronto ho aggiunto i peperoni. Li ho fatti rosolare poi ho aggiunto il dado.

Ho abbassato la fiamma, ho preso i pomodori, li ho lavati, li ho tagliati a fettine e poi li ho tritati con la mezzaluna. Li ho aggiunti ai peperoni.

Infine ho preso le foglie di basilico, le ho lavate, e le ho aggiunte spezzettandole.

Ho fatto cuocere a fuoco lento per un’ora circa. Alla fine ho impiattato come contorno, con aggiunta di un bel nodino di maiale cucinato con il pomodoro:

Quando ho assaggiato questa peperonata sono rimasta veramente entusiasta per il suo sapore: il basilico rende più delicato il sapore dei peperoni, ed è per questo che si accoppia in maniera perfetta. Vi consiglio di aggiungere questa spezia ai peperoni, nel caso dobbiate cucinare la peperonata come ho fatto io: rende meno forte il sapore dei peperoni, ed è anche più buona!