TIRAMISU’ CON BISCOTTI AL GRANO SARACENO E CIOCCOLATO FONDENTE

Ed anche quest’anno siamo arrivati alle soglie di Ferragosto! Dal momento che per motivi familiari non posso permettermi di andare in villeggiatura, ho pensato bene di preparare un pranzetto un pochino più variegato di quello che si preparano nei giorni feriali, e da qui mi è scaturita l’idea di preparare questa delizia per il palato. Questo tiramisù non è quello classico con i savoiardi, il cioccolato non l’ho tritato, ma l’ho fatto fondere ed unito assieme al mascarpone. Per farvi capire meglio come l’ho preparato vi elenco gli ingredienti e di seguito il procedimento:

Per la bagna:

Ml. 400 Latte

2 Cucchiai Nesquik (Ma se avete il cacao prendete pure quello)

2 Cucchiai zucchero

2 Cucchiai di Amaretto di Saronno (O altro liquore alle mondorle)

Gli altri ingredienti sono:

Q.B. Biscotti al grano saraceno (Io ne ho messi 16)

Gr. 375 Mascarpone

Gr. 100 Cioccolato fondente

2 Uova

Gr. 100 Zucchero

Q.B. Granella di nocciole

Innanzitutto ho cominciato preparando la “bagna”: ho preso un pentolino, vi ho versato il latte, ho aggiunto lo zucchero, il Nesquik ed il liquore alla mandorla. Poi ho messo sul fuoco.

Ho mescolato tutti gli ingredienti prima di metterlo sul fuoco. a questo punto ho preso il cioccolato fondente e l’ho fatto sciogliere mettendolo in una terrina e poi ponendo tale terrina su di una pentola d’acqua e mettendo tutto sopra il fornello.

Una volta sciolto il cioccolato ho preso le uova e, nella terrina contenente il cioccolato fuso vi ho messo i tuorli, insieme allo zucchero. Gli albumi li ho messi in un’altra terrina.

Ho montato con le fruste il contenuto della prima terrina (Tuorli, zucchero e cioccolato fuso), poi cambiando le fruste ho montato gli albumi a neve.

Nella terrina contenente il cioccolato ho messo il mascarpone. Prima l’ho assemblato con un cucchiaio di legno, poi con le fruste elettriche.

Ho versato gli albumi montati assieme al composto mascarpone-cioccolato, ed ho mescolato con un cucchiaio di legno.

A questo punto mi sono dedicata all’inzuppo dei biscotti. Ho preso una pirofila di vetro di media gandezza, ho preso i biscotti ed ho cominciato ad intingerli nella bagna preparata in precedenza. Ho notato una cosa: essando al grano saraceno questi biscotti ci mettono un pò per essere “inzuppati” del tutto. Comunque ho preparato la base con 16 biscotti.

Sopra questa base vi ho versato metà della crema, poi ho proceduto con una secondo strato di biscotti inzuppati ed infine ci ho messo la restante crema. Per ultimo ci ho messo la granella di mandorle.

Che dire? Non vi sembra uno spettacolo? Ma soprattutto il gusto di questi biscotti con la crema da me preparata sono un’ottimo connubbio! Danno quel tocco di rusticità che si addice a quelle persone che non amano i dolci con tanto zucchero.

Con questo articolo desidero augurare a tutti voi che mi seguite

BUON FERRAGOSTO.

SOVRACOSCE DI POLLO AL LATTE

Oggi ho pensato che il pollo, essendo una carne bianca, se cucinato con il latte, sarebbe stato un vero trionfo. Ed infatti così è stato! Avendo acquistato le sovracosce questa settimana non volevo cucinarle in umido con il pomodoro (Fare sempre gli stessi condimenti a lungo andare stanca); quindi, dopo aver dato una sbirciatina in internet cercando un modo su come cucinare tale carne, ho visto che si può cucinarla benissimo con il latte, dopo averla impanata con la farina.

Venendo al dunque gl ingredienti sono i seguenti:

3 Sovracosce di pollo di media grandezza

1 Spicchio d’aglio

Q.B. Burro

Q.B. Latte (Deve essere a metà delle sovracosce quando è in pentola)

1 Cucchiaio di prezzemolo tritato

Q.B. Sale

1/2 Tazzina di brodo

Ho comincoato mettendo il burro in una casseruola e facendolo sciogliere. Poi ho aggiunto l’aglio tritato.

Ho preso le sovracosce ed ho tolto la parte grassa in eccesso.

Le ho passate nella farina e poi le ho aggiunte al burro ed aglio.

Le ho fatte rosolare da tutte le parti poi ho aggiunto il latte ed il sale.

Ho fatto cuocere per mezz’ora allungando con il brodo, poi ho aggiunto il prezzemolo.

Ho fatto cuocere ancora per 10-15 minuti ed alla fine il risultato è stato questo:

Vi giuro che il gusto delicato che ha dato questo condimento è stato un vero successo! I miei familiari che, come al solito, sono scettici, si sono dovuti ricredere, tanto era goduriosa questa pietanza. Mi hanno pregato di cucinarle qualche volta, preche il risultato è stato veramente ottimo.

Inoltre io credo che, il pollo cucinato in questo modo piacerebbe molto anche ai bambini; è una pietanza con un condimento semplice ma veramente buono.