LA SFOGLIA PERFETTA PER UNO STRUDEL DIVINO!

DSCN0778

Ieri ho avuto la brillante idea di provare a fare lo strudel in un modo diverso dal solito: da sempre sono una patita di questo dolce in quanto mi ricorda le mie villeggiature in Trentino e le escursioni che facevo! Per quanto riguarda la sfoglia ognuno la prepara in modo diverso, ma io cercavo un metodo semplice ma che esaltasse il sapore di questo dolce, e proprio l’altro ieri, navigando in internet, ho trovato un metodo di lavorazione della sfoglia semplice ma era comunque quello che cercavo. Dovete sapere che questa sfoglia non è zuccherata, è fatta con un albume d’uovo , della farina, dell’acqua tiepida e dell’olio d’oliva! Avete capito bene, non è zuccherata, ma quando ho sfornato questo dolce ho capito subito che la friabilità di questa sfoglia è risultata divina: osso comunque dire che quando avrò voglia di questo dolce lo farò nel modo che ora Vi indicherò.

Gli ingredienti per la sfoglia sono i seguenti:

Gr. 150 Farina bianca

1 Albume d’uovo

3 Cucchiai di acqua tiepida

2 Cucchiai di olio d’oliva

1 pizzico di sale

1 Tuorlo d’uovo

Q.B. Zucchero a velo

 

Per il ripieno:

1 Mela e 1/2 (Ma va bene anche una mela se grossa)

Gr. 50 Uvetta Sultanina

Gr. 30 Mandorle affettate

1 Goccia di Amaretto di Saronno (Oppure limoncello)

1 Pizzico di cannella

Gr. 80 Zucchero

Gr. 20 Pane grattugiato

Q.B. Amaretto di Saronno (O liquore a base di mandorle)

La scorza grattugiata di 1 limone

Per prima cosa ho messo ad ammollare l’uvetta per 12 ore.

Prima di preparare il ripieno mi sono dedicata alla sfoglia. Ho messo in una terrina la farina, ho formato un buco al centro e vi ho messo l’albume ed il sale.

DSCN0772

Ho aggiunto un poco alla volta l’acqua e l’olio, ed ho cominciato ad amalgamare tutti gli ingredienti mescolando prima con una forchetta formando una pastella, poi piano piano ho ripreso la farina che stava vicino al centro ed ho reso tale pastella densa.

DSCN0773

Poi ho incorporato piano piano il resto della farina, ed ho lavorato con le mani fino ad ottenere un impasto liscio. Ho formato una palla.

DSCN0774

L’ho messa in un canovaccio e l’ho deposta in una pentola precedentemente riscaldata con acqua calda e poi asciugata in fretta. Ho messo il coperchio sulla pentola ed ho lasciato riposare per 30 minuti.

DSCN0775

Nel frattempo mi sono dedicata alla preparazione del ripieno. Per questo ho sgocciolato l’uvetta sultanina e l’ho asciugata con un canovaccio.

DSCN0776

Poi ho preso la mela e l’ho tagliata a tocchetti; l’ho messa in una terrina, ho aggiunto l’uvetta, le mandorle, lo zucchero. Ho cominciato a mescolare con un cucchiaio di legno, e mano mano ho aggiunto la cannella, l’amaretto di Saronno, la scorza del limone. Per ultimo ho aggiunto il pane grattugiato.

DSCN0777

Ho ripreso l’impasto, l’ho steso su della carta da forno con un pochino di farina sotto e con un mattarello ho formato un rettangolo (Ma va bene anche un ovale). La pasta era sottile ma elastica; ho messo il ripieno, e con la carta da forno ho avvolto per il lato lungo, chiudendo bene i bordi. Ho spennellato tale involucro con il tuorlo d’uovo rimasto, ho acceso il forno e quando è stato caldo ho infornato a 180° per 30 minuti. Quando è stato cotto ho messo lo zucchero a velo.

DSCN0778

So che vi sembrerà strano, ma la friabilità di questa sfoglia mi ha proprio sorpresa: tanto per dirne una i miei familiari mi hanno pregata di prepararne un altro da tanto che era buono! Così ieri sera ho dovuto rimettermi di nuovo in pista e farne un altro. Io credo comunque che, questo tipo di pasta sfoglia vada bene non solo per lo strudel di mele, ma anche per altri tipi di strudel (Frutti di bosco, oppure strudel salati). Mi sa proprio che, con questa sfoglia divina prima o poi vi farò altri tipi di strudel….ve l’ho detto, mi ricordano il Trentino! 

Annunci

6 pensieri su “LA SFOGLIA PERFETTA PER UNO STRUDEL DIVINO!

  1. Lo strudel di mele è qualcosa di fantastico! Questa pasta sfoglia mi ha veramente incuriosita, un pò perchè è senza zucchero e poi perchè la descrivi in modo superbo e quindi viene proprio voglia di provarla.
    Il ripieno che hai messo è un’alchimia di sapori ma rispecchia proprio lo strudel del Trentino.
    Ho sorriso nel leggere chei tuoi familiari ne hanno chiesto un altro, loro sono giudici imparziali e quindi vuol proprio dire che hai creato un dolce sopraffino.
    Le fotografie rendono molto bene il risultato, deve essere proprio ottimo!
    Un abbraccio cara Roberta ❤

    Mi piace

    • Cara Affy, i tuoi commenti oltre chemolto graditi sono qualcosa di confortevole! Pensa che questa sfoglia, da come l’ho preparata, dopo la cottura è apparsa subito di una friabilità a dir poco superba; tant’è vero che la farò anche con gli altri strudel che avevo postato, ma si può farla benissimo anche con un ripieno di frutti di bosco (Che devono essere a mio avviso fantastici), ma anche per preparare strudel salati di cui cercherò qualche ricetta.
      Un bacione cara Affy e buona settimana!

      Liked by 1 persona

  2. Dalle tue parole capisco la passione con cui hai preparato questo strudel e già solo per questo andrebbe rifatto perché è difficile sbagliare quando si mette tanta energia positiva in quello che si fa. La ricetta della pasta sfoglia mi ha incuriosito davvero tanto, me la segno. Buon weekend (e buona cucina!)

    Mi piace

  3. Pingback: Strudel con fichi secchi e biscotti | cucinare con fantasia ed allegria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...